Asana Boards

La considererei, a livello del tutto personale, un po’ come la morte di Trello… senza offesa per nessuno… Asana ha introdotto le board, come forma di progetto alternativa al progetto tradizionale.

Una kanban semplificata integrata, in quello che considero il più agile e produttivo strumento di gestione dei task, rende Asana una vera e propria killer application, nell’accezione anche di uccisione della concorrenza diretta, IMHO.

Fruibile dignitosamente anche dalla app su iPad, l’unica pecca per ora rimane il fatto che non si possano convertire i vecchi progetti in board, ma posso capire che aprire alla possibilità di una conversione poteva innescare grattacapi.

asana-board
Asana Board su desktop (chrome)

Leggi dal blog di Asana: Collaboration is beautiful: Introducing Boards in Asana

Asana Board su iPad

Quasi simmetria

c’è qualcosa di attraente, secondo me, in una simmetria quasi compiuta ma alla fine imperfetta, rappresenta quello spazio che hai deciso di lasciare tra una semplice immagine frutto di un’osservazione fugace, e piuttosto l’elaborazione del momento per renderlo tuo

Classic #sunset 🌇. #simmetria #lodi #stazione #tramonto #fb

Una foto pubblicata da marco frattola (@sbarrax) in data:

Linee – Senza Titolo

le linee che traccio dall’alto verso il basso

segnano il confine tra tutto

quello che lascio fuori e rimane dentro

ciò

è

il legame realizzato sulla carta

il nero su bianco

senza discriminazioni

o prevaricazioni

o sovrapposizioni

solo il flusso impenitente di aria fluida di cellulosa

tra i quadretti flebili

io e il mio quaderno

che mischia serio e faceto

è uno spazio spaziale spazioso spaziante fra tanti argomenti e pittogrammi

un viaggio anarchico della mia silenziosa ribellione infinita

 

Donald is Right for you

Non è ancora definitivo ma manca poco,ore 7:54 italiane.
Il giovanotto italiano – già me lo vedo – quello over 30 tutto feste e apericene, ammiratore dei vari fenomeni da baraccone come vacchi, bilzerian&co., ha sicuramente già in mente una bella idea per scialacquare soldi con il suo nuovo mito, Donald vincitore, uno come loro, un “vincente” figlio di papà che ora dominerà il mondo.
Salvini era un idolo troppo sfigato, ora possono avere finalmente un pezzo grosso come punto di riferimento.
Ho voglia di vomitare una bella analisi semplicistica, del tipo che il paesanotto medio un po’ ignorantello della Brexit ha lo stesso peso dell’elettorato del Midwest, per dare un’idea, e veramente suona come una favoletta da quattro soldi, se non fosse vera. 

Ci sarà da divertirsi, i giovanotti hanno già iniziato probabilmente. <…>

Cambi di stagione

Sbadiglio di nebbia

Una foto pubblicata da marco frattola (@sbarrax) in data:

Tell me about the day is going to be

Una foto pubblicata da marco frattola (@sbarrax) in data:

Rivergaro

Che ci pensi mai a quel posto incrociato più volte nella tua vita, un posto semplice, dove ci vivresti pure, dove l’aria ti sembra migliore e forse lo è realmente, però non è fuori dal mondo, nemmeno fuori dal mondo che vivi adesso?

Ecco, per me questa è la descrizione di Rivergaro.
Non certo Miami o Milano o Los Angeles, ma un posto a misura di famiglia e di serenità, IMHO.

Denso di ricordi, dall’infanzia, e anche luogo di origine di un pezzo della mia famiglia, sul lungotrebbia ci ho camminato vapori di nebbia e sibili di sudore e foglie nel vento.
Chi lo sa, potrebbe un giorno, forse, diventare da ricordo a presente costante… non sarebbe male.

Al vargher

Una foto pubblicata da marco frattola (@sbarrax) in data:

Al vargher

Una foto pubblicata da marco frattola (@sbarrax) in data: