macNosX

da quando lavoro nella nuova ditta (da febbraio), il 90% del mio tempo informatico lo passo sul macbook pro in dotazione aziendale

sicuramente un’ottima dotazione hardware, e una soluzione software molto calzante su tale hardware
ma tra sistema operativo e logica di business molto particolare, lì, proprio non solo faccio ad abituarmi, ma lo trovo fuori da questo tempo, altro che all’avanguardia

parto dalle cose semplici

il gestore di file e cartelle, Finder, è più grezzo e ipodotato di Nautilus di Gnome (senza scomodare Windows o meglio ancora Kde)
vuoi un calendario drop-down dalla barra del menu nell’area di notifica, magari appena sotto all’indicazione di data-ora? mi spiace, ti attacchi, o ti installi qualche app
app…unto, molto probabilmente tale app sarà a pagamento, ma non importa, anche fosse gratuita, se non trovi il dmg ma ti trovi a passare dall’app store, devi avere un apple id che, ovviamente, te lo rilasciano solo previa consegna del numero di carta di credito (fantastico, dare il proprio nr. di carta anche se non devi comprare)

non mi lamenterei nemmeno di cose banali come la tastiera differente (o deficiente, secondo punti di vista), o delle scorciatoie improbabili o inesistenti, o di un alt-tab che switcha tra le applicazioni aperte ma non tra le finestre, e il concetto (quasi comico, a tratti) stesso di trattamento delle finestre, come ad esempio il fatto che la chiusura dell’ultima finestra non chiude l’applicazione (e il demenziale alt-tab citato poc’anzi te la fa anche selezionare, ma… è un fantasma!)
non me ne lamenterei perché in effetti è molto questione di abitudine, nonostante  abbia da eccepire sia dal punto di vista tecnico che logico su queste e altre amenità


la cosa veramente buffa non è tanto la mia noiosa impressione personale, quanto il fatto che appena avvio la macchina virtuale con installata Ubuntu 12.04, allora sì che provo un sistema operativo degno della contemporaneità, su una macchina quad-core ben carrozzata (su hardware niente da dire, mi pare ottimo, anche se non spenderei mai così tanto se dovessi comprarmelo privatamente, non ce la farei)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *