Trenord, chi paga?

E’ una domanda retorica.

Ovviamente, nessuno paga.

Se per due giorni “l’inconveniente tecnico al software di gestione turni del personale” ha causato ritardi e cancellazioni, facciamo tutti spallucce, e nessuno pensa ai danni economici recati ai viaggiatori in fascia pendolari.

Perché di danni economici si tratta, non un fastidio dato a dei vacanzieri a cui è saltato un charter.

E in 24 ore nessuno che sia riuscito a porre rimedio a un “inconveniente tecnico”, anche a costo di mettere 100 persone in una stanza a compilare i turni su un foglio di calcolo, diamine.

In Giappone probabilmente l’amministratore delegato della compagnia si sarebbe già suicidato, qui non si sa nemmeno chi sia (vi sfido a dirmi che si chiami Biesuz l’AD di trenord, mentre conoscerete tutti quella faccia di bronzo di Moretti di trenitalia)…

www2.trenord.it 2012-12-11 10:57:25

Un pensiero su “Trenord, chi paga?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *