Bo Bo

Dopo Bonucci, Bottura.

Persone a me gradite e a cui ero piacevolmente abituato, si slegano in un attimo dal passato ricco di soddisfazioni per affrontare qualcosa di nuovo, e vengono chiamati Traditori.

Guarderò a loro con l’affetto che si deve a chi ti ha dato tanto in questi ultimi anni, senza nascondere però un filo di delusione.

È normale dopo tanti anni voler provare qualcosa di nuovo, fisiologico, umano per l’uomo, comprensibile per il datore di lavoro, quindi buona fortuna a tutti.
Se Bottura leggesse codesto accostamento all’immaginario juventino probabilmente ne rimarrebbe urtato, ma il racconto è un altro, e ruota intorno ai riferimenti individuali.

Un pensiero su “Bo Bo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.