Archivi tag: caterina

videodedica

dell'arrivo

a parte il leggero arretrato di sonno (trenta ore che sono in piedi)

a parte le ostetriche dell’ospedale di lodi, pazienti brave e che spiegano al meglio anche a te, povero padre “profano” cosa stia succedendo mentre sei lì in sala parto a guardare lo spettacolo della vita, ma soprattutto aiutano la madre a portare avanti al meglio il travaglio

a parte che la nostra bimba sta bene nonostante l’anticipo di tre settimane

a parte tutto, ti dico proprio, cara la mia bambina, che quando ti guardo il viso mi si mescolano dentro tutte le emozioni del mondo

Caterina

Caterina, 28/04/2010
è nata stamattina a Lodi 😉
pesa poco più di due chili e sta bene

la Dolce attesa

l’attesa ha già i profumi di maggio
li ho sentiti nell’aria mentre tornavo a casa da lodi

certo, caterina non nascerà a maggio come previsto, ma un po’ prima
ma i profumi – quelli di maggio – ci sono già, portati in giro da un venticello un po’ troppo fresco per permetterti di dimenticarti a casa il giubbotto (ma sotto c’è già la manica corta)
quelli di fiori e di conifere che non urlano di caldo ma solo di vita che rinasce e gentilmente si manifesta, ti accarezza, ti accompagna

oggi è stato finalmente e veramente, il primo dei giorni che desideravo: di intimità
con mia moglie senza nessuno intorno, a leggerci negli occhi le emozioni e trasmetterci con un polpastrello le ovattate sensazioni, di due vite che, insieme, stanno cambiando

in un pianeta un po’ strano che è il quinto piano di quello strano ospedale di lodi
dove tutto va un po’ più piano
rispetto ai ritmi a cui sono abituato
passi dai silenzi complici alle grida dei bambini già nati, dalle stanze delle mamme

è un’attesa anticipata rispeto ai tempi
e al tempo stesso più lunga del previsto

sono stato cordialmente diffidato dal metter in atto la spiritosa idea del liveblogging dell’evento 🙂
certo è che, nei limiti della discrezione e del contegno, che credo di aver sempre avuto, potrebbe anche essere un coverage simpatico


Siamo in vista
e vediamo una luce
ci traghettiamo
al di là del nostro vivere comune
per ammirare la bellezza
di un evento che non potremo mai
del tutto spiegare

conti alla rovescia

mancano dieci giorni alle regionali, e abbiamo fatto un gran bel lavoro di squadra e… di piazza
ma. molto più importante, mancano due mesi all’arrivo di Caterina, e siamo abbastanza pronti
e dal punto di vista psicologico un po’ impazienti, e dal punto di vista dei materiali, abbastanza “equipaggiati”

cito le parole di un amico:

Io provavo a fare delle cose (tipo dei massaggini alla schiena, tipo che le tenevo la mano) ma ci sono poche cose in cui ci si sente inutili come quando una donna è lì con le doglie e tu non ha proprio idea di come metterla.

Insomma abbiamo passato tutta la notte così.

… e mi chiedo come sarò e come farò io in quel momento, e mi viene già da sorridere =)

l’unico conto alla rovescia che non mi torna ancora è quello che mi separa da giornate lavorative più tranquille, ma questo è poi tutto un altro discorso

che poi

…ve lo avevo detto che non era un maschio ma una femmina?
E che, salvo ripensamenti, si chiamerà Caterina… 🙂