Archivi tag: elezioni

crac

Qui dice:

(…) la vittoria di Pisapia a Milano non è il successo di una visione alternativa, di una nuova classe dirigente, di un’idea diversa di società moderna e rivolta al futuro (o anche solo al presente).

La sconfitta è certamente di Berlusconi, ma il dato interessante e specifico di Milano è un altro: la rivincita dello “spirito della Statale” (parole di Gad Lerner), del Movimento studentesco, dei rottamatori di 40 anni fa oggi diventati borghesia perbene (e nel frattempo sessantenni o anche di più).
(…)

 
 
Cioè, per l’ambito milanese, sembra sciogliere un po’ le speranze che io espressi qui.

 In realtà non c’entra.

 
 
Ha più la natura di una sensazione che di un’analisi. La sensazione basata sui simboli, i front-men, quelli che salgono sui palchi e quelli che raccolgono il consenso nelle piazze e in televisione.

Può anche aver ragione, ma dal momento che questa tornata elettorale ha mostrato la sconfitta berlusconiana in tutta Italia, quella su Milano può secondo me essere ascritta più nelle suggestioni che nelle valutazioni, un po’ come l’insieme di suggestioni criticate di Gramellini, quindi.

[permalink]link a questo post[/permalink]

Rosy Bindi a Codogno « PD Codogno

Rosy Bindi, Presidente Nazionale del PD,
sarà a Codogno VENERDI’ 6 MAGGIO, alle ore 21,
presso il Mercato Coperto di Piazza Cairoli.

via Rosy Bindi a Codogno « PD Codogno.

[Fwd] "A Milano una valanga di firme sui referendum"

é stata una vera e propria valanga di firme quella che ha investito il Comitato promotore dei referendum per la qualità della vita e l’ambiente a Milano negli ultimi due giorni, facendo raggiungere quota 25.000 (10mila in più di quanto richiesto dallo statuto comunale). Tra i firmatari lo scrittore Giorgio Bocca, il musicista Ludovico Einaudi, il presentatore Enzo Iacchetti, il Direttore di Radio DJ Linus, il cantante Roberto Vecchioni.

Una campagna innovativa nata dall’incontro tra l’ex assessore della giunta Moratti Edardo Croci, dimessosi proprio in polemica contro la mancata adozione di politiche ambientali, un consigliere comunale dei Verdi, Enrico Fedrighini, e i radicali, con Marco Cappato. Un laboratorio che ha coinvolto man mano centinaia di cittadini, e associazioni locali come i Genitori antismog.

Guarda il video sui referendum e la campagna in corso:

delle regionali e dintorni

a livello nazionale, il risultato delle regionali per il pd non sarà disastroso ma certamente è una sconfitta

sconfitta perché conferma l’emorragia verso la lega di una buona fetta di elettorato una volta di sinistra, e conferma che l’alleanza tanto desiderata con l’udc (vedi l’orientamento della corrente bersaniana alle primarie) non porta poi a granche’

laddove il pd vuole esserci perché punta sul suo elettorato e sul suo lavoro, raccoglie frutti, altrimenti rimane un simboletto purtroppo deriso e risibile

e localmente, nel lodigiano, abbiamo lavorato abbastanza bene, contando che il nostro candidato Santantonio ha doppiato l’impresentabile candidata pidiellina Guarischi ed entra in Consiglio Regionale

senza contare Guerini che si conferma sindaco a Lodi direttamente al primo turno

qui in breve i risultati e qui una prima analisi a caldo fatta da Gio’

un pensiero speciale va all’amico Marcello, che purtroppo non ce l’ha fatta a essere rieletto in Consiglio Regionale

Chiarimento sulle regole

Pulito!

sassolini verdi

Le regionali sono alle porte, siamo in campagna elettorale permanente, anche a livello locale le polemiche sterili vengono innescate da provocazioni da due soldi dei soliti fazzoletti verdi (che prima erano fazzoletti neri), che capiscono che per le comunali del 2011 c’è bisogno di saturare l’aria e farla diventare fritta.
Siamo ben lontani da scambi e confronti su temi concreti.

degli errori

Marcello scrive:

E’ cambiato il lavoro, è cambiata la capacità di competere sui mercati, è svanita la fiducia ma sono rimaste pressochè immutate le strutture del welfare, della formazione, dei servizi. Questa è anche colpa nostra. Di noi che delle paure non beneficeremo mai.
E’ colpa nostra come quando s’è scelto durante il Governo Prodi di “spendere” miliardi di euro per cancellare lo “scalone” pensionistico anzichè dare ai giovani flessibili (e quindi precari anche per colpa nostra) uno straccio di welfare al pari degli altri paesi europei. Non è stata un’opera di sinistra anche se piacque tanto alla “sinistra radicale”.

in questo pezzo penso ci sia una buona sintesi di quelli che si chiamano “errori

vota la pancia, mozza la testa

è stata una disfatta, elettoralmente parlando
peccato per il buon gruppo affiatato con cui abbiamo lavorato bene, per un buon programma, che ovviamente era del tutto inutile

siamo arrivati secondi su tre liste, con solo il 27% dei voti

inutile perchè nel piccolo comune la campagna elettorale migliore è stata quella del sindaco uscente, bel ragazzo, avvocato, abita in un altro comune, lavora a milano, ed è proprio quella figura “vincente” tanto in linea
sono curioso di vedere come, quanto e quando questo “bel ragazzo” realizzerà le richieste delle cittadinanza (cose che ha tranquillamente ignorato fino a ora)

anche felissari ha perso la presidenza della provincia di lodi e completa il panorama di un quadro elettorale desolante

c’è molto da lavorare, indubbiamente (lavoro sul fronte politico ma anche e soprattutto sul fronte sociale e culturale, poichè politica non si fa solo con un partito)

del silenzio elettorale

Il silenzio elettorale designa la pausa della campagna elettorale che si effettua il giorno prima e il giorno stesso delle elezioni.

In questi giorni non si possono riunire assemblee o comizi, non si può discutere in luoghi pubblici o aperti al pubblico, o sui media, dell’opportunità di votare per un partito o un altro, e non possono essere appesi manifesti di propaganda. Nei giorni di votazione è inoltre vietata ogni forma di propaganda elettorale nel raggio di 200 metri dai seggi. La ratio di questa regola è che il cittadino possa riflettere serenamente sul voto che sta per esprimere.

Il silenzio, così come tutta la campagna elettorale, è disciplinato dalla legge 4 aprile 1956 n.212 [1], integrata da interventi successivi (vedi la voce campagna elettorale).

Spero di sentiro il rumore di tante democratiche matite copiative squarciare tale silenzio…

Insieme nel territorio

insieme_nel_territorio-640
Mi presento alle prossime elezioni amministrative come candidato consigliere comunale nella lista civica di centro-sinistra “Insieme Nel Territorio“.

E’ la lista numero 3 per il comune di Fombio, ovvero il comune ove risiedo.

Il candidato sindaco si chiama Erminio Pettinari.

Usa No Gay

Repubblica.it – Speciale Elezioni Usa 2008 : Referendum, no alle nozze gay

Parlavamo di “Change“… ma quanto è vero che sono tanti stati in cui di certi cambiamenti non ne vogliono neanche sentir parlare…

(s)election day

oggi ci sono le elezioni che nomineranno il prossimo presidente della nazione più “potente” di questo mondo

da un lato c’è la (flebile) speranza che con l’elezione di obama la tendenza internazionale cambi sterzando verso una sinistra riformista e “liberale

dall’altra c’è quel senso un po’ festaiolo un po’ idealista che una certa sinistra italiana vuole attribuire a questa probabile vittoria, quasi stesse a segnare la strada per una loro eventuale riscossa

questo pd può scimmiottare finchè vuole i casi di successo di partiti esteri laici, riformatori e progressisti, ma deve ancora trovare una reale aggregazione interna tale da dimostrare che la possibilità di percorrere questa strada sia realtà e non soltanto un bel sogno esterofilo