Archivi tag: pendolari

Il regionale ventiduesettantaquattro

Il regionale 2274 proveniente da Bologna e diretto a Milano Centrale, arriva alla stazione di Piacenza alle 7:48 e riparte verso nord alle 7:55.

Questo perché,  suppongo io, esso sia un treno con un flusso (I/O) importante di persone.

Continua la lettura di Il regionale ventiduesettantaquattro

Trenord, chi paga?

E’ una domanda retorica.

Ovviamente, nessuno paga.

Se per due giorni “l’inconveniente tecnico al software di gestione turni del personale” ha causato ritardi e cancellazioni, facciamo tutti spallucce, e nessuno pensa ai danni economici recati ai viaggiatori in fascia pendolari.

Perché di danni economici si tratta, non un fastidio dato a dei vacanzieri a cui è saltato un charter.

E in 24 ore nessuno che sia riuscito a porre rimedio a un “inconveniente tecnico”, anche a costo di mettere 100 persone in una stanza a compilare i turni su un foglio di calcolo, diamine.

In Giappone probabilmente l’amministratore delegato della compagnia si sarebbe già suicidato, qui non si sa nemmeno chi sia (vi sfido a dirmi che si chiami Biesuz l’AD di trenord, mentre conoscerete tutti quella faccia di bronzo di Moretti di trenitalia)…

www2.trenord.it 2012-12-11 10:57:25

Cartolina per Moretti

image

diario pendolare

>> Diario pendolare: foschia e ritardi da (PiacenzaSera.it)

citazioni buffe

  • voi della sinistra sempre a far polemica, statevene buoni, per quattro anni dovete solo stare zitti

  • è giusto che lo stato voglia prestare i soldi per gli incentivi alle nuove nascite, così la gente ci pensa due volte e magari impara il valore dei soldi

  • quelli della sinistra sono così tristi e ammuffiti che non riescono a capire lo spirito e il buon umore di un uomo in gamba come berlusconi

è buffo ascoltare i discorsi fatti in treno, e ti fai un’idea dell’elettorato italiano corrente

ri-tardi

o per guasti ai binari o alle linee, o per carenza di personale, o per motivazioni surreali, questa è settimana di calvario, per viaggiare in treno sulle tratte pendolari

treni con la metà delle carrozze chiuse, altre con l’aria condizionata rotta che diventano forni buoni per cuocere e fare pure la crosticina

lunedì per fortuna e per caso, ero in ferie, ma chi ha viaggiato narra di situazioni imbarazzanti (quali un treno che si ferma a secugnago e non riparte più)

lele a volte dice che ci si dovrebbe lamentare di meno, ma questa è cronaca, non una lamentela

poi non dite però che devo tornare a viaggiare in automobile, ne’!!!