Archivi tag: telecomunicazioni

May 11, 2011 — RT News line

Italian broadcaster fined for featuring Berlusconi

­The Italian Communications Authority, Agcom, fined the news department of the state national channel Rai 100,000 euros for mentioning Prime Minister Silvio Berlusconi too frequently and for ignoring the opposition. The decision was taken after a weeks-long analysis of the channel’s broadcasts on the approaching regional elections, which will take place the Apennines region on May 15 and 16. Berlusconi tops the Milan list of his People of Freedom party. Agcom also demanded other channels limit the frequency of references to Berlusconi, and fairly split the time among the representatives of the ruling party and the coalition.

via May 11, 2011 — RT News line.

Che sarebbe a dire, noi – specificando… quei cittadini che pagano il canone – paghiamo una multa che un organo dello stato commina a un’impresa di stato che viola un regolamento nazionale per adulare il capo del governo a cui piace fare campagna elettorale permanente di se’ stesso.

avvitamento.

[permalink]postato su freelabs[/permalink]

contratti adsl… resistance is futile

temo proprio che – dopo anni di fiera resistenza – mi toccherà cedere e abbandonarmi nelle mani di mamma-telecom-italia

può essere un ragionamento semplicistico, ma non è tanto distante dal vero

a sbattersi un attimo si può certamente cucirsi addosso un’offerta senza canone telecom stando sotto i 40 euro al mese iva inclusa, ma la ricerca è complessa e i contratti di questi operatori merdio-piccoli sono spesso delle trappole da sirena

ora che sto per disdire la “superadsl” di siportal, spunta un fantomatico articolo 13 modificato rispetto al contratto che firmai io, e di cui non mi venne notificata in alcun modo la variazione

qualora l’opetore varii in modo peggiorativo le condizioni del contratto, è diritto del sottoscrittore di recedere dal contratto senza alcuna penale

ma, stando a loro, la email che mi avvisava della variazione fu spedita, e «caso mai l’avrà filtrata il suo antispam»    (ma fatemi il piacere…!?!)

ci tengono a specificare che i 59 euro + iva richiesti non sono una penale ma un “costo di disattivazione” che – stando a quanto dicono – è la stessa telecom italia a volerlo

il mercato libero in italia è ancora un”illusione, i consumatori possono solo consumare e stare zitti

dunque, viva la telecom. che tanto sempre lei bisogna pagare, no?!?