Mese: Settembre 2007

bacarospi

da Punto Informatico:

Roma – La pirateria può costar cara: lo ha appreso nelle scorse ore una multinazionale, una “media company” che deve sborsare 2,5 milioni di euro perché adoperava prodotti Adobe, Autodesk, Microsoft e Avid senza tutte le licenze necessarie. Si tratta di una somma che non ha precedenti in questo ambito.

Una vicenda emersa dopo una denuncia di Business Software Alliance, che ha portato al blitz delle forze dell’ordine presso le sedi della società.

L’azienda, il cui nome non può essere reso noto per motivi legali, è ora tenuta a cancellare tutti i software privi di licenza e provvedere all’acquisto delle licenze per tutti i software che vorrà utilizzare in futuro. “Sono state inoltre imposte sostanziali multe – spiega una nota di BSA – per compensare il lungo periodo di utilizzo illegale”. (,,,)

considerazioni due:

  1. care aziende, volete evitarvi guai per simili sciocchi motivi? usate e chiedete solo Software Libero, pagherete solo per ciò che vi fanno, non per l’aria fritta delle licenze proprietarie
  2. il nome, guarda caso, non può essere noto per motivi legali, perchè c’è dietro qualche azienda che non si vuole sputtanare, ma se fosse il solito privato aka pollo sfigato della situazione, sarebbe già finito nome e cognome su tutte le testate nazionali…

ah, l’informazione

Dov'è finito OpenID?

nell’ultimo anno ho aderito a una tonnellata dei cosiddetti servizi web2.0, ma di OpenID neanche l’ombra… ma dov’è finito sto OpenID?!?

leggendo “Orange e open ID: gli operatori come gestori della nostra identità online?” potrebbe quasi venire da pensare che potrebbe tornare in auge, prossimamente, proprio spinto da carrier TLC che hanno una massa critica superiore, ma non capisco la stasi attuale, non penso che sia dovuta più di tanto ai presunti problemi di sicurezza (phishing, dirottamento…)

SUN: Facciamo sul serio, virtualizzeremo Windows

Sun CEO: “Are We Serious About Virtualizing Windows? Why Yes.”
— ‘Running, virtualizing and supporting Windows opens doors,’ explained Sun CEO Jonathan Schwartz last night, in a post on his popular industry blog aimed at clarifying Sun’s announcement last week about its latest partnership with Microsoft.

Business is Business. Da un lato scelte che sembravano parlare di libertà del software (il cui segnale si poteva riconoscere nel rilascio sotto GPL di Java/JDK), dall’altro strategie, come questo annuncio di alleanza strategica con la Microsoft, che parlano di tutt’altro.
Mi indigno? Ma no.
E’ solo che già mi vedo le solite guerre di parrocchie rivali, già mi immagino i commentini di casa ximian/novell, tanto “bistrattati” per l’accordo di cross-licensing di brevetti con la microsoft stessa.
E magari aziende come Red Hat e MySQL potranno sfruttare per propri fini di marketing “religioso“, del tipo, “noi siamo quelli duri e puri“.
Ma alla fine l’unica considerazione è che il monopolio di fatto della Microsoft – IMHO – non si può sconfiggere facendo con essa degli accordi strategici; non lo considero di certo un mercato aggressivo e competitivo, questo, se funziona a colpi di patti incrociati, tesi ad autoproteggersi.
Fare la guerra a Windows e ai suoi utenti la considero un’idiozia, ma siglare accordi con Microsoft non è libero mercato, e non c’è bisogno certo di scomodare la politica o l’ideologia del Software Libero di RMS, per osservarlo.

risolto il bug del background musicale in OpenOffice Impress

forse ricorderete Issue 24969 segnalato da andrea qui

il bug – consistente nell’incapacità di far riprodurre un file audio in sottofondo senza il rewind ad ogni cambio di diapositiva – è stato risolto con la release 2.3

OO Issue 24969 OO Issue 24969

marcel

marceau

dei nomadi

canzoni eterne, interpreti straordinari

nomadi #3 nomadi #2


Forse scorre dentro il silenzio il senso
e il profilo della vita è tra le cose
e anche il buio serve ad immaginare
la ragione che ci invita a provare
so che può far bene anche gridare
per riscattare l’anima dal torpore
so che ad ingannarmi non è l’amore
perché voglio amare

Io voglio vivere, ma sulla pelle mia
io voglio amare a farmi male, voglio morire di te…
()

I Nomadi a Codogno

Non so a quanti piacciano I Nomadi di oggi, ma a me, un po’ nostalgico, un po’ retro’, anche senza il compianto Daoglio, piacciono ancora.

Stasera saranno in concerto al palazzetto della Fiera di Codogno (che si trova a metà strada tra il quartiere San Biagio e Retegno, il paesino dove abito).

nomadi a codogno

Se interessa, ci sono ancora biglietti in prevendita (p.e. all’American Bar di San Biagio).

della mysql

stamattina un commerciale e un ottimo “tecnico” della neonata mysql italiana, sono saliti al feudo per illustrarci le caratteristiche del mysql cluster

sono scesi senza aver venduto alcunché

incapacità? no, anzi

direi estrema correttezza e professionalità, dopo aver spiegato e risposto a domande anche “scomode”, ci hanno caldamente sconsigliato di abbandonare il mysql usato come ora, per passare a mysql cluster, per risolvere problemi di prestazioni, senza aver messo mano agli applicativi; è un prodotto che consegna affidabilità e disponibilità a una soluzione, non performance

è un piacere vedere che ci sono ancora dei professionisti del genere, e la serietù di questa azienda di origine svedese che ha, almeno per adesso, ancora una discreta dignità

Wikipedia in piacentino

Dopo aver aggregato blog piacentini su Pianeta Piacenza, dopo aver aperto il blog “Cal Diga, Sciur“, aggiungo ora la segnalazione di qualcosa che ho scoperto da poco, Wikipedia in Dialetto Piacentino.

Mentre scrivo, registra 309 voci. Quasi quasi contribuirei, ma ciò che mi risulta veramente difficile è scrivere il piacentino, così pieno di vocali diverse dall’italiano e simili al francese…

Qualcuno sa dirmi cosa è il “Påndga“? (e soprattutto come si legge la “å“?!?)

Web2.0 design quiz

… un quiz sul design (… ?)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: