liberi cantieri di sbarrax
come ti richiudo il .NET
come ti richiudo il .NET

come ti richiudo il .NET

Phoronix Microsoft Goes Open-Source With .NET

l’ipotesi che gli sviluppi dell’alleanza microsoft-novell abbia come tappa l’accorpamento di Mono e .Net, sta probabilmente prendendo lentamente corpo: è stato infatti annunciato il rilascio dei sorgenti delle librerie .NET sotto MS-RL (licenza “incubo” che permette di accedere ai sorgenti in modalità di sola lettura, per il solo scopo di riferimento e debugging… GOSH!)

grazie ad andrea per la segnalazione

7 commenti

  1. Paolo Molaro

    Il fatto che stiano rilasciato dei sorgenti (cosa non nuova, vedi rotor) non ha niente a che fare con l’accordo MS-Novell. E cosa c’entri quello con un supposto accorpamento di Mono e .Net solo tu lo saprai:)
    Mono e’ una implementazione libera, .Net e’ una implementazione proprietaria, andranno entrambe avanti per strade separate.

  2. Paolo Molaro

    Dovresti dare come minimo qualche spiegazione: che senso avrebbe un accorpamento, anche se questo fosse possibile? Dal punto di vista di MS e’ assurdo, visto che loro il codice l’hanno gia’ scritto e non hanno bisogno del nostro. Dal punto di vista di Mono non ha senso uguale, perche’ Mono e’ una implementazione libera e il codice che MS rilascera’ e’ codice proprietario che noi non useremo mai (e neppure guarderemo, come prevede la policy per tutti gli sviluppatori e i contributor di mono).
    Quindi se vuoi pensare male per forza, fallo almeno in base ad un minimo di ragionamento.

  3. Mono è stato realizzato grazie al fatto che Microsoft abbia pubblicato le specifiche di .Net, o sbaglio?
    Mi domando: le tecnologie che implementano le specifiche di .NET, sono potenzialmente coperte da brevetti? E’ probabile(/ragionevole pensare) che tali brevetti siano detenuti dalla Microsoft stessa?

    In tal caso, penso che gli accordi di cross-licensing di brevetti tra ms e novell, possa coprire anche questo campo, o mi sbaglio? Se fosse così, Mono, rimarrebbe l’unica implementazione libera di .NET con in più la garanzia di essere inattaccabile da reclami di brevetti.

    Detto proprio senza malizia: se pensi che in futuro anche microsoft possa rilasciare come software realmente libero la tecnologia .NET, non è del tutto visionario pensare a una convergenza tra la sua implementazione e un “partner privilegiato” come Mono di Novell, no?

  4. Paolo Molaro

    Mah, adesso cambi discorso passando da un commento sulla pubblicazione di sorgenti ad un discorso sui brevetti.
    Ogni sw puo’ essere coperto da brevetti di MS, quindi tutto il tuo primo paragrafo non e’ specifico su mono o .net.

    Il secondo paragrafo comincia gia’ male, con una bugia: non esiste nessun accordo di cross-licensing tra Novell e MS, quindi se il tuo ragionamente si basa su quello, cade gia’. Da dove l’hai tirata fuori questa perla? Boh. Forse ti confondi con Sun che ha un accordo di patent cross-licensing con MS.

    Poi: Mono e’ gia’ l’unica implementazione libera di .Net, non sarebbe (dotgnu/portable.net e’ morto anni fa).
    Mono non ha nessuna garanzia di essere inattaccabile da brevetti, come non ce l’ha nessuno software, questa e’ una condizione basilare del sistema dei brevetti.

    Veniamo all’ultimo paragrafo, che e’ l’unico con del contenuto che ha un po’ di senso:)
    Se MS rilascia .net con una licenza realmente libera (cosa che e’ fantasia, a questo punto,l’annuncio riguarda il rilascio di sorgenti con una licenza non libera) ci sono diversi casi.
    1) il sw relativo e’ gia’ stato scritto per mono in modo piu’ portabile e’ piu’ adatto a Linux e sistemi unix: non avrebbe senso usare il codice MS
    2) il sw riguarda specifiche tecnologie windows: questo non e’ il target di Mono e quindi non ci interessa
    3) il sw e’ la VM: codice windows non portabile: Mono ha gia’ scritto la VM e ill JIT per una decina di architetture hw e diversi sistemi operativi, di nuovo non sapremmo che farcene
    4) qualche libreria portabile, per esempio IronPython e’ gia’ con una licenza libera. A conti fatti questo punto riguarda in prospettiva un 5% di tutto .net e sono comunque delle cose marginali. La parte principale dell’implementazione di Mono e di .Net di MS sono per forza di cose implementazioni indipendenti e sempre lo saranno, perche’ il design e’ completamente diverso.
    Probabilmente se non conosci l’architettura della VM non ne apprezzi la differenza, ma in questo caso devi fidarti di me.

    Quindi alla fine, cos’e’ il tuo argomento? Che se MS rilasciasse .net come sw libero ci sarebbe una sola implementazione libera e mono sparirebbe. Ti ho gia’ spiegato sopra che questo e’ uno scenario che non ha senso, a causa del design delle implementazioni. Ma anche fosse vero non vedo cosa abbia a che fare con il titolo del tuo post: “come ti richiudo .Net”. Cioe’, MS, per “richiudere” .Net dovrebbe rilasciarlo sotto licenza libera.
    Mi sembra un ragionamento che non regge e che non ha senso.

  5. cross-licensing sui brevetti, è un mio sogno? bah, leggiti gli annunci della tua stessa azienda, o te li dimentichi?

    http://www.novell.com/news/press/microsoft_and_novell_announce_broad_collaboration_on_windows_and_linux_interoperability_and_support

    ” WALTHAM, Mass.— 02 Nov 2006— Microsoft Corp. and Novell Inc. today announced a set of broad business and technical collaboration agreements to build, market and support a series of new solutions to make Novell and Microsoft® products work better together. The two companies also announced an agreement to provide each other’s customers with patent coverage for their respective products.”

  6. http://tinyurl.com/2ugtba :

    MICROSOFT – NOVELL
    PATENT COOPERATION AGREEMENT
    This patent cooperation agreement (“Agreement”) is effective as of November 2, 2006 (“Effective Date”) by and between Microsoft Corporation, a Washington corporation having a primary place of business at One Microsoft Way, Redmond, Washington, USA 98052, and Microsoft Corporation’s Subsidiary, Microsoft Licensing, GP, a Nevada General Partnership having its primary place of business at 61000 Neil Road, Reno, Nevada, USA 89511 (“MLGP”) (collectively, “Microsoft”), and Novell, Inc., a Delaware corporation having a primary place of business at 404 Wyman, Waltham, Massachusetts, USA 02451 (“Novell”). Microsoft and Novell are herein referred to separately as “a party” or collectively as “the parties” and when capitalized as “Party” or “Parties” also includes their respective Subsidiaries.

    RECITALS
    Microsoft Corporation is the owner of its Patents (as defined below); and has licensed the rights to commercially exploit its Patents to MLGP.
    The Parties acknowledge the ownership or control of Patents and a desire to grant rights to each other’s Customers and make certain accommodations to each other under certain such Patents.
    The Parties expect to continue research and development that will result in ownership or control of additional Patents and therefore desire to grant rights to each other’s Customers and make certain accommodations to the other Party under certain such additional Patents.
    In consideration of the mutual covenants and conditions stated herein and for good and valuable consideration, the Parties agree as set forth herein. (…) ”

    avere un’unica tecnologia Mono/.NET, sì sotto gpl, ma potenzialmente coperta da brevetti, è dunque “un mio sogno”?!?

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: