Giorno: 4 Marzo 2008

la brutta coppia mediaworld&bartolini

il “compra online” di mediaworld è una di quelle esperienze – squisitamente anacronistiche – che rende la vita un po’ più incerta, avventurosa

pretendere che la modalità di spedizione e consegna sia una e una sola, per gli acquisti online, ovvero spedizione a casa mediante corriere bartolini, è secondo me un vincolo troppo stretto

chiunque lavori e sia single, non ha praticamente modo di ritirare ciò che ha comprato da questo negozio online

infatti, non tutti gli articoli venduti contemplano la possibilità di una spedizione a ritiro concordato (corriere e cliente, con una spesa aggiuntiva non indifferente, fissano un appuntamento per il ritiro della merce)

se poi uno si sposta coi mezzi pubblici e magari non ha automobile, è molto probabilmente tagliato fuori dalla possibilità di ritirare la merce in una filiale bartolini che spesso si trova in zone industriali ai confini delle città

ma veniamo alla cronaca personale

non mi è bastato lo spiacevole episodio di due mesi fà, nel quale spesi 13 euro per la consegna concordata, con appuntamento fissato alle 9 del mattino: chiamata la filiale di competenza, alle 15 (!!!), mi sentiti rispondere “se lo chiami lei l’autotrasportatore, il numero è xyzyxzxyz“; tale padroncino, molto straniero e molto scazzato, mi rispose che “era in zona” e sarebbe arrivato a patto che gli spiegassi dove si trova la mia via, strada pubblica esistente da 4 anni e accatastata col nome attuale da ormai due

evidentemente bartolini non usa mappe aggiornate del navigatore ne’ uno stradario adeguato, potrei proporre loro di aiutarli a mappare le strade del basso lodigiano in cambio di qualche anno di spedizioni gratuite

il 22 febbraio scorso, ordinai dal mw-ol delle foto, attirato dall’offerta presente sul formato 13×17

lo stesso sciagurato corriere, neanche ci prova a venire a casa mia, segnala molto comodamente un “indirizzo inesistente” e fa rispedire tutto al mittente, mediamarket, la quale mi avvisa dell’accaduto e pensa bene di rifare tutta la spedizione da capo, con una comunicazione a dir poco confusa, nella quale sembra che le mie povere foto si trovino già in fermo deposito nella filiale bartolini di lodi (muzza di cornegliano)

cosa che non è

da tutto ciò ne traggo:

  • quanto ho speso in termini di tempo perso, ore di lavoro perse, gasolio sprecato nelle code del traffico di lavori stradali assurdi attraversati per giungere fino al deposito per avere poi in mano un pugno di mosche che avrei volentieri fatto ingerire a quella cafona dietro al bancone di bartolini … ?
  • mediaworld si è probabilmente affidato al corriere più economico, ma quanto gli conviene – in termini di immagine e di qualità del proprio servizio – affidarsi a dei livelli così bassi di qualità del servizio di bartolini ?
  • se mai farò stampare ancora foto, tornerà a sviluppofoto.net, che mi permette di ritirarle nei maggiori centri commerciali della zona
  • è molto comodo il sistema di autotrasporto fatto da un deposito col marchio e poi tutti i “padroncini” indipendenti a consegnare la merce: serve su un piatto d’argento la scusa, a par loro inappellabile, con la quale fare lo scaricabarile col cliente finale per ogni tipo di disguido