Giorno: 2 Febbraio 2009

feb

fare a botte col proprio cervello per cercare di risolvere le assurdità di certi lavori fatti male a causa di involuzioni tecnico-ambientali … beh, magari tali involuzioni meritano un post a parte, con dedica

la cronaca di molte giornate che professionalmente sono di pochissimo stimolo e segnano la decadenza di una certa costruzione – il castello di vita-lavoro-certezze che fa tanto solidità, vista dal di fuori – ricorda molto le inquietudini e le emozioni scatenate dal discreto film visto ieri, Revolutionary Road

ben lungi dal farmi andare insieme emotivamente, colgo però il più possibile, da ciò guardo, leggo e ascolto, gli spunti di riflessione sui quali provare a cucire un abito mentale da provare e dopo qualche minuto scartare, giusto per vedere allo specchio l’effetto che fa, se è una giacca troppo stretta, se mi si vede troppo la pancetta, o se mi fa ancora più tappo di quello che mi si definisce

la vera sfida è non farsi mai schiacciare dalle abitudini, e non calpestare mai i sogni e le ambizioni di chi sta vicino, sono cose che probabilmente già pensavo, ma vedere una simulazione di storia in cui tali errori vengono commessi, sortisce – nella mia mente bacata – un po’ l’effetto di visione futuribile alla Chistmas Carol di Dickens, per intenderci

corto raggio

come un cicco
a lodi ci sono dei marciapiedi, larghi, sui quali hanno tirato delle righe, e le hanno definite “piste ciclabili”
nella pratica quotidiana, però diventano intralcio e pericolo per gli stessi ciclisti, oltre che per i pedoni, in quanto tale sfortunata pista ciclabile incrocia, tra le altre, la fiumana di gente che esce/entra dalla stazione, una scuola superiore e una scuola media, l’ingresso pedonale e automobilistico della questura, nonché un’area usata di frequente per fare manovra dagli automobilisti che si accorgono di essere arrivati all’imbocco ZTL del centro
nelle giornate di neve come oggi, poi, la pista non esisteva più
vorrei che certe cose fossero fatte più seriamente… una pista ciclabile si merita qualcosa di più che due linee tracciate in una terra di nessuno, o no?

fauna vintage

tra i vecchi album rippati, mi sono accorto di avere una fauna non indifferente… pescando a campione verso la lettera C

animali