Settembre 2009

Panebianco e carne rossa

Stamane c’era un po’ di foschia, nella Codogno che si alza presto. La vita attuale corre più forte e decisa delle amarezze post-congressuali; mi fermo a leggere il corriere, sul quale spicca l’editoriale di Panebianco sulla legge in esame al Parlamento in merito alla fine vita. Panebianco parla di zona grigia. Ovvero quello spazio che… Continua a leggere Panebianco e carne rossa

Un’opposizione seria, compatta, affidabile « Blog del circolo online del PD “Barack Obama”

Mentre l’ex ministro Visco (e non è il solo, ndr) dice che se le primarie non confermano la scelta dei circoli bisogna sciogliere il partito, l’ex vicepremier Rutelli presenta un libro in cui spiega che il Pd non è mai nato, e l’ex ministra Bindi rivela che circolano organigrammi per rifare la spartizione delle uniche… Continua a leggere Un’opposizione seria, compatta, affidabile « Blog del circolo online del PD “Barack Obama”

buon compleanno presidente

73 e non sentirli oggi è il suo compleanno e consegna 400 nuovi appartamenti ai terremotati chi non vorrebbe avere un nonno così generoso? tanti auguri

critico

dopo due congressi locali, uno nel paese dove vivevo fino a tre anni fa, e l’altro nel circolo dove sono adesso, rimangono sensazioni a caldo di delusione troppo complicate e troppo poco elaborate la delusione non è tanto per i risultati quanto piuttosto per gli atteggiamenti e la mancanza di volontà nel porsi come prioritario… Continua a leggere critico

I Sì e i No per Cambiare l'Italia [Marino]

Akzo Nobel, stavolta è finita [Fombio]

Akzo Nobel, stavolta è finita A casa tutti i 185 dipendenti La notizia choc alla fine ha trovato conferma: lo stabilimento dell’Akzo Nobel a Fombio chiuderà. L’ufficializzazione è arrivata durante l’incontro di questa mattina in Assolodi tra le rappresentanze sindacali e i manager della multinazionale olandese, che hanno rivelato che la decisione di trasferire all’estero… Continua a leggere Akzo Nobel, stavolta è finita [Fombio]

emozioni all'ingrosso

lo sfruttamento mediatico delle emozioni che “uniscono il paese” è sempre un’ottima alternative alle vicende erotico-sessuali da gossip presidenziale, per evitare di fare cronaca vera