Novembre 2009

della voce

In una notte di neve annunciata aspettavo la tua mano
con le dita congelate e le orecchie che bruciavano di freddo

celebrò l’attesa per il mio amore che è lì dentro, a cantare
come adesso che ti ascolto vicino a un calorifero
e a tanti fiati sprecati
mentre la tua voce è musica per me

Pino

son diverse notti che mi ritorna in mente pino, che son diversi anni che è morto, talmente tanti che non ricordo neanche quanti sono.
niente coccodrilli, ci mancherebbe.

era un amico di famiglia acquisito
una persona che ha saputo, in alcune occasioni, con i suoi modi fermi ma non autoritari, sciogliere quella tremenda indecisione che avevo da bambino.

un ingegnere calabrese di nascita e milanese di adozione, entusiasta delle tecnologie, della bontà dei progressi dell’uomo e della determinazione.
o almeno così lo ricordo.

ma di una cosa sono abbastanza certo…
se fosse vivo oggi, leggerebbe i blog, seguirebbe i social-network più utilizzati, sarebbe un interlocutore curioso – partecipando alle discussioni – e probabilmente leggerebbe anche questo blog, interpretando l’esigenza di fare diario e comunicazione personale, evitando una classica interpretazione del tipo “che esigenza hai di mettere i fatti tuoi su internet”

ibrida o metano?

se mai avessi l’esigenza, non immediata, di cambiare automobile (per questioni di famiglia e di ingombri che aumentano, non solo di desideri personali), tentando di fare una scelta che sia un buon compromesso tra le mie finanze e delle scelte che privilegino bassi consumi, basse emissioni inquinanti, soluzioni innovative sia dal punto di vista ergonomico che tecnologico… su cosa mi potrei orientare?

c’è chi dice che sia “ancora troppo presto” per fare scelte di questo tipo in un contesto realmente concorrenziale
è anche vero che forse qualche spiraglio c’è, un po’ il mercato si sta aprendo verso le tecnologie ibride

la terza generazione della toyota prius da questo punto di vista è un gioiellino che costa ~26000 euro e dunque è un investimento importante
ma quando alla tecnologia full-hybrid del motore aggiungi tettuccio fotovoltaico per la microclimatizzazione, batteria garantita come “eterna”, tutta la fanaleria a led, ruote in lega leggera e dimensioni ridotte per minori consumi… un pensierino ce lo fai

a seimila euro in meno c’è la honda insight, molto simile, nel complesso però con meno soluzioni innovative e tecnologicamente avanzate; soprattutto consumi leggermente superiori alla prius

al di là di questo fronte, rimangono le auto a metano
(se devo pensare a non dipendere più dalle oscillazioni del petrolio e suoi derivati, escludo dunque il gpl)

è da una vita che sono molto tentato di prendere la multipla natural power, per i suoi spazi interni e la convenienza su strada, è un ottimo compromesso
ma potrei anche aspettare la c4 picasso a metano che probabilmente uscirà nel 2010

posso tranquillamente aspettare e vedere, ma si accettano suggerimenti

reader's digest

[recreading items=6]

scorrono come l'acqua

Bianzino

• da “La Voce di Romagna”

di Simone Mariotti

Sabato scorso al congresso dei Radicali Italiani è intervenuto Rudra Bianzino, sedici anni, una delle vittime colpite con più crudeltà dal nostro regime “antidroga”.

Se per una volta un caso ignobile come quello di Stefano Cucchi ha finalmente trovato un spazio adeguato sui media, non è stato sempre così. La storia di Aldo Bianzino, il padre di Rudra, non è molto diversa da quella di Stefano (forse ancora più mostruosa), ma da due anni è praticamente sotto silenzio. Entrambi sono entrati con le loro gambe prima in commissariato poi in carcere, e pochi giorni dopo, massacrati di botte (da chi non è ancora dato saperlo), sono morti.

-> Leggi il resto <-