Bianzino

• da “La Voce di Romagna”

di Simone Mariotti

Sabato scorso al congresso dei Radicali Italiani è intervenuto Rudra Bianzino, sedici anni, una delle vittime colpite con più crudeltà dal nostro regime “antidroga”.

Se per una volta un caso ignobile come quello di Stefano Cucchi ha finalmente trovato un spazio adeguato sui media, non è stato sempre così. La storia di Aldo Bianzino, il padre di Rudra, non è molto diversa da quella di Stefano (forse ancora più mostruosa), ma da due anni è praticamente sotto silenzio. Entrambi sono entrati con le loro gambe prima in commissariato poi in carcere, e pochi giorni dopo, massacrati di botte (da chi non è ancora dato saperlo), sono morti.

-> Leggi il resto <-

Un pensiero su “Bianzino


  1. […] da Coccaglio). Fermati e detenuti (no solo Stefano Cucchi, anche Aldo Bianzino come ricorda Marco Frattola nel suo blog) che muoiono in prigione dopo essere stati picchiati da poliziotti e non curati adeguatamente dai […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.