Giorno: 30 Novembre 2009

della voce

In una notte di neve annunciata aspettavo la tua mano con le dita congelate e le orecchie che bruciavano di freddo celebrò l’attesa per il mio amore che è lì dentro, a cantare come adesso che ti ascolto vicino a un calorifero e a tanti fiati sprecati mentre la tua voce è musica per me

Pino

son diverse notti che mi ritorna in mente pino, che son diversi anni che è morto, talmente tanti che non ricordo neanche quanti sono. niente coccodrilli, ci mancherebbe. era un amico di famiglia acquisito una persona che ha saputo, in alcune occasioni, con i suoi modi fermi ma non autoritari, sciogliere quella tremenda indecisione che… Continua a leggere Pino