cammina cammina

ieri era una mattina ovattata, nella neve che ha fatto capolino in questo gelido inverno
camminando camminando verso la stazione – abito a 800 metri da essa – rimuginavo sui vantaggi di non aver cambiato casa magari optando per soluzioni più grandi in zone meno costose, per rimanere invece in un posto decisamente “servito” sotto svariati punti di vista
mentre il treno correva timido sui binari infreddoliti, le campagne imbiancate della bassa lodigiana evidenziavano ancora di più un territorio devastato dalle logistiche

anche l’ultima fatica lavorativa del 2009 se ne è andata, ora si pensa al natale nelle famiglie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.