Aprile 2010

Casa Liguria

scaj

Chissà se per il povero Claudio (di cui vediamo qui sopra un’immagine in bassa risoluzione) , i suoi amici faranno in tempo a far passare il ddl “costituzionale” che salverà anche i ministri dai processi?
Certo, Claudio non è ancora indagato o inquisito, ma certamente prevenire è sempre meglio che curare, no?

il lupo perde il pelo ma non scorpora…

Bernabè, AD di Telecom Italia (rubriche di Repubblica.it):

– Assemblea fiume per Telecom Italia. Franco Bernabè ha iniziato l’incontro con i soci precisando che la rete sarà oggetto di sviluppo e che il gruppo nei prossimi anni allungherà il passo. “Siamo pronti a combattere e ad allungare il passo  –  ha detto l’ad del gruppo  –  Investiremo nello sviluppo della rete perché Telecom spogliata della rete sarebbe priva della sua ragione d’essere. La rete ci consentirà di sviluppare il nostro potenziale, rame e fibra conviveranno ancora per molti anni”

dell'arrivo

a parte il leggero arretrato di sonno (trenta ore che sono in piedi)

a parte le ostetriche dell’ospedale di lodi, pazienti brave e che spiegano al meglio anche a te, povero padre “profano” cosa stia succedendo mentre sei lì in sala parto a guardare lo spettacolo della vita, ma soprattutto aiutano la madre a portare avanti al meglio il travaglio

a parte che la nostra bimba sta bene nonostante l’anticipo di tre settimane

a parte tutto, ti dico proprio, cara la mia bambina, che quando ti guardo il viso mi si mescolano dentro tutte le emozioni del mondo

Caterina

Caterina, 28/04/2010
è nata stamattina a Lodi 😉
pesa poco più di due chili e sta bene

della webergonomia, usi e costumi

Considerazioni di A.Beggi su come fruire oggi come oggi dei contenuti del webTroppPuntoZero… interessante da leggere:

Non so più leggere

la Dolce attesa

l’attesa ha già i profumi di maggio
li ho sentiti nell’aria mentre tornavo a casa da lodi

certo, caterina non nascerà a maggio come previsto, ma un po’ prima
ma i profumi – quelli di maggio – ci sono già, portati in giro da un venticello un po’ troppo fresco per permetterti di dimenticarti a casa il giubbotto (ma sotto c’è già la manica corta)
quelli di fiori e di conifere che non urlano di caldo ma solo di vita che rinasce e gentilmente si manifesta, ti accarezza, ti accompagna

oggi è stato finalmente e veramente, il primo dei giorni che desideravo: di intimità
con mia moglie senza nessuno intorno, a leggerci negli occhi le emozioni e trasmetterci con un polpastrello le ovattate sensazioni, di due vite che, insieme, stanno cambiando

in un pianeta un po’ strano che è il quinto piano di quello strano ospedale di lodi
dove tutto va un po’ più piano
rispetto ai ritmi a cui sono abituato
passi dai silenzi complici alle grida dei bambini già nati, dalle stanze delle mamme

è un’attesa anticipata rispeto ai tempi
e al tempo stesso più lunga del previsto

sono stato cordialmente diffidato dal metter in atto la spiritosa idea del liveblogging dell’evento 🙂
certo è che, nei limiti della discrezione e del contegno, che credo di aver sempre avuto, potrebbe anche essere un coverage simpatico


Siamo in vista
e vediamo una luce
ci traghettiamo
al di là del nostro vivere comune
per ammirare la bellezza
di un evento che non potremo mai
del tutto spiegare