Tag: lega

Lombardia, Maroni vuole referendum per statuto speciale

“Io voglio un referendum non per l’indipendenza, ma per la Lombardia a Statuto speciale. Voglio che su questo tema sia data parola al popolo sovrano. Non bisogna avere paura di quello che pensa la gente”.

da Lombardia, Maroni vuole referendum per statuto speciale | Reuters.

Bon, ma se il referendum mai si facesse e la maggioranza dicesse no, tu ti leveresti dalle scatole, caro Maroni?

due leghe sotti i mari

l’esternazione di un esponente di primo piano del Carroccio, l’europarlamentare Mario Borghezio: «Le dichiarazioni di Galan? Un cretino, un idiota totale, un padano italianizzato. Dice così per motivi di bassa cucina politica», ha detto Borghezio.

via Galan: ministeri al Nord? Una puttanata intercontinentale – Corriere della Sera.


Mario Borghezio insiste. Dopo aver definito Ratko Mladic, il generale serbo arrestato pochi giorni fa a Belgrado e imputato davanti al tribunale internazionale dell’Aja di crimini di guerra e genocidio, un «patriota», l’europarlamentare della Lega Nord ha rincarato la dose, elogiando ancora Mladic. «Non ci sono poi tutte queste prove che a Srebrenica si sia trattato di genocidio, ci sono stati solo alcuni morti – ha detto Borghezio a La Zanzara, su Radio 24 – Mladic è stato un eroe per la sua gente, e anche per me». Il conduttore Giuseppe Cruciani gli chiede poi a chi paragonerebbe, se fosse italiano, Mladic, proprio come eroe o come patriota. «A Garibaldi. Anche se Mladic non ha mai rubato, Garibaldi invece…».

Il leghista ha anche attaccato Galan, ministro dell’Agricoltura, che aveva definito una «puttanata intercontinentale» la proposta di Calderoli per lo spostamento dei ministeri al Nord. «Le dichiarazioni di Galan? Un cretino, un idiota totale, un padano italianizzato. Dice così per motivi di bassa cucina politica», ha detto Borghezio.

Ascolta la puntata de La Zanzara

via BORGHEZIO: “MLADIC EROE, COME GARIBALDI” -ASCOLTA – Leggo.

Noi VOGLIAMO UN'ITALIA MULTIETNICA

VOGLIAMO UN’ITALIA MULTIETNICA

Tanto per chiarire che, quel signore a capo del Governo, non parla a nostro nome neanche stavolta.

voglia di apartheid

le provocazioni di una lega che vorrebbe sbancare alle prossime amministrative

http://www.repubblica.it/2009/05/sezioni/cronaca/metro-riservata-milanesi/metro-riservata-milanesi/metro-riservata-milanesi.html

la missione è raschiare il fondo dell’emotività elettorale

a sinistra c’è indignazione e c’è chi parla di “autogol”, ma questi sono colpi che invece raccolgono, purtroppo

raccolgono perchè sono provocazioni che quasi sicuramente non porteranno mai alla folle decisione di carrozze metrò riservate ai milanesi o agli extracomunitari, ma intanto li caratterizza in modo forte, come quelli che difendono una presumibile identità locale
ma l’identità locale non è quella che disegnano loro, meno che meno in una città come milano

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: