Tag: neve

Piste interrotte

Capisco che quando nevichi i ciclisti pazientemente sopportino che la priorità degli spazzaneve siano le carreggiate dedicate alle automobili, ma la nevicata abbondante è passata da tempo e non è giusto che le piste ciclabili rimangano dimenticate e impraticabili ancora per giorni (esponendo a ulteriori rischi i ciclisti stessi).

Come fate a immettervi su una pista ciclabile così?

Pista interrotta

cammina cammina

ieri era una mattina ovattata, nella neve che ha fatto capolino in questo gelido inverno
camminando camminando verso la stazione – abito a 800 metri da essa – rimuginavo sui vantaggi di non aver cambiato casa magari optando per soluzioni più grandi in zone meno costose, per rimanere invece in un posto decisamente “servito” sotto svariati punti di vista
mentre il treno correva timido sui binari infreddoliti, le campagne imbiancate della bassa lodigiana evidenziavano ancora di più un territorio devastato dalle logistiche

anche l’ultima fatica lavorativa del 2009 se ne è andata, ora si pensa al natale nelle famiglie

Pagine Bianche

neve alla stazione di lodi

Sono pagine bianche, quelle su cui raccontare questi giorni.

Bianche come una neve che, se pur modesta rispetto a quelle che ricordo io negli anni ottanta, ha messo tanta agitazione a degli automobilisti che non ci sanno convivere.

Vuoi perchè non è più tanto frequente, vuoi perchè le auto di oggi hanno delle tarature delle centraline elettroniche che falsano lievemente il rapporto tra la automobilista e reazione, non è raro vedere automobili fare cose folli fuori dal controllo del guidatore.

E’ altresì interessante osservare come pendolare ferroviario la differenza di impatto sul sistema nervoso – calmo il viaggiatore di treno, nervoso l’automobilista – e benedire il giorno in cui scelsi lo switch (e anche il fatto di venire ad abitare in un posto vicino a una stazione).

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: