refusi

falsi amici (informatici) dell’inglese

Spesso chi lavora nell’informatica o in professioni contigue (social media marketing, commerciali IT, etc.) “spara” dei termini italiani che sono traduzioni “a orecchio” da una parola inglese il cui significato esatto non coincide proprio con quello immaginato… è una versione contemporanea dei cosiddetti “false friends” (di cui abbiamo qualche esempio qui, qui e qui)

i più eclatanti e frequenti che sento dire

  1. mandatorio – per obbligatorio
  2. confidente – per fiducioso
  3. severità – per gravità
  4. razionale – (… fondamento logico)
  • diciamo che i casi 1) e 2) sono parzialmente sbagliati, nel senso che sono solo delle traduzioni desuete ma formalmente corrette, infatti nella lingua corrente non mi verrebbe mai in mente di dire “sono confidente nella riuscita dell’operazione al ginocchio” oppure “per entrare in sala parto è mandatorio utilizzare gli appositi copriscarpe

  • il 3) è già un po’ più fuori strada, anche se severità e gravità possono essere al limite dei sinonimi, l’uso tipico delle due parole direi che sia abbastanza diverso

  • il caso 4) è comico… il termine inglese “rationale” si traduce “fondamento logico“, non si può tradurre “il razionale”, perché non esiste tale sostantivo in italiano con tale significato… nella lingua contemporanea, che maltratta l’italiano con un inglese mal conosciuto, emergono queste e altre storture.

 

cavalletta

 

 

Carrellata di fine 2016

In tema di piccoli orrori del web, abbiamo un assai esplicito Array di voci in questo fantastico menu del sito web dei farmers market:

A proposito di ortaggi ecco ripagati gli sforzi della prima piccola fetta del mio orto invernale:

 

Sempre in tema di cavolate e traduzioni ad minchiam (ma assai divertenti) troviamo Upflix, la quale è interessata a farsi “godere” dai suoi utenti:

Errori di ricerca

Questo volantino trovato nella cassetta della posta vorrebbe aiutarmi a trovare, con un bello stamp di mappa online, dove si trovi Piazza Polenghi a Codogno

Peccato che l’internauta di turno sia stato distratto e sul volantino mi mandino in Via Polenghi a Lodi
(che tra l’altro è proprio dove lavoro io, e ‘sto negozio non c’è)

image

barbuda in bermuda

foto.ilsole24ore.com 2011-11-15 9-37-45

In questa foto contenente una mappa, di cui non si capisce la fonte, è indicata l’isola di Barbuda come “Bermuda“, ma è chiaramente un errore (Bermuda è un arcipelago a molti km di distanza in mezzo all’Atlantico)…

Mi sembra anche evidente che la scritta rossa Bermuda non appartenga alla mappa ma sia apposta da qualche distratto redattore(?)

Mozilla 41 anni fa…

snapshot15-mozilla

come si evince da sto screenshot, il plugin Redirect Remover è stato aggiunto ben 41 anni fa alla collezione selezionata