Tag: lau

200ml

conservo, sul vecchio telefono, il messaggino sms in cui laura, ancora in ospedale, mi comunica che finalmente caterina ha mangiato 40ml

ora si pappa 200 ml per quattro pasti al giorno, e sta iniziando a provare nuovi sapori, come la frutta (grattata e qualche omogeneizzato)

DSC_9225

ventisette, ventotto, uno, due

e oggi è il primo anniversario di matrimonio
giornata assai più afosa rispetto a un anno fa
abbiamo passato una bella mezza giornata proprio coi miei testimoni, in una codogno troppo assolata per popolarsi
è stato un anno denso variopinto ci ha fatto conoscere tanto noi stessi e gran parte poi è stato un bel pancino che da settembre in avanti cresceva materializzando il nostro sogno d famiglia

e domani caterina fa due mesi
è quasi raddoppiata, e il viso sta mutando
dicono mi assomigli un po’ meno, per sua fortuna… ‘stardi 🙂

la Dolce attesa

l’attesa ha già i profumi di maggio
li ho sentiti nell’aria mentre tornavo a casa da lodi

certo, caterina non nascerà a maggio come previsto, ma un po’ prima
ma i profumi – quelli di maggio – ci sono già, portati in giro da un venticello un po’ troppo fresco per permetterti di dimenticarti a casa il giubbotto (ma sotto c’è già la manica corta)
quelli di fiori e di conifere che non urlano di caldo ma solo di vita che rinasce e gentilmente si manifesta, ti accarezza, ti accompagna

oggi è stato finalmente e veramente, il primo dei giorni che desideravo: di intimità
con mia moglie senza nessuno intorno, a leggerci negli occhi le emozioni e trasmetterci con un polpastrello le ovattate sensazioni, di due vite che, insieme, stanno cambiando

in un pianeta un po’ strano che è il quinto piano di quello strano ospedale di lodi
dove tutto va un po’ più piano
rispetto ai ritmi a cui sono abituato
passi dai silenzi complici alle grida dei bambini già nati, dalle stanze delle mamme

è un’attesa anticipata rispeto ai tempi
e al tempo stesso più lunga del previsto

sono stato cordialmente diffidato dal metter in atto la spiritosa idea del liveblogging dell’evento 🙂
certo è che, nei limiti della discrezione e del contegno, che credo di aver sempre avuto, potrebbe anche essere un coverage simpatico


Siamo in vista
e vediamo una luce
ci traghettiamo
al di là del nostro vivere comune
per ammirare la bellezza
di un evento che non potremo mai
del tutto spiegare

della voce

In una notte di neve annunciata aspettavo la tua mano
con le dita congelate e le orecchie che bruciavano di freddo

celebrò l’attesa per il mio amore che è lì dentro, a cantare
come adesso che ti ascolto vicino a un calorifero
e a tanti fiati sprecati
mentre la tua voce è musica per me

cammino

Meraner Laubenspeck

cammino nel sole e nelle nuvole di un tirolo sempre capace di fondere in me la memoria e la gioia del presente
DSC_4745.JPG
qualcosa che è agrodolce sulla passeggiate d’estate di merano, fragorosa di fiori e di passirio

qualcosa che sa di odori di campagna e prospettive di cime, dall’alto di vellau

qualcosa che profuma di infanzia e di nuova vita, componendo l’essenza delle tappe importanti del mio cammino

c’è tanto da camminare e tornare su questi passi, mi dà la forza, per farne di nuovi e ancora più importanti

certo, il giorno dopo tornare nel padano ufficio è una cosa che ti aliena,
ti fa capire che certi luoghi sono più importanti e piacevoli, di quelli afosi e abitudinari e disordinati

stasera pedalerò magari lento verso un dolce riaffacciarmi alla routine, sfruttando le ali di zanzare e vicini sconosciuti che si affacciano in questo quartiere che sta pian piano crescendo…

(ho anche voglia di creare un blog nuovo, di scrittura, magari anonimo, magari chissà)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: