Tag: strade

sosta di emergenza

Codice della strada – Art. 157 – comma 1:

d) per sosta di emergenza si intende l’interruzione della marcia nel caso in cui il veicolo e’
inutilizzabile per avaria ovvero deve arrestarsi per malessere fisico del conducente o di un
passeggero
.

i gendarmi francesi che ci comminarono una sanzione di trentasei euro per fermata impropria in area di emergenza (un conducente stava male e lasciava il posto di guida all’altro passeggero) sostenevano che tali aree si usano solo ed esclusivamente per avaria al veicolo e non per malori al conducente, aggiungendo e in italia non è la stessa cosa?!? sarà lo stesso no?!?

Ecco, NO.

Anche perché la vedo dura, che un conducente che sta per svenire possa arrivare alla più vicina area di servizio o casello.

strade

tOgni volta che vedo cose del genere, non posso fare a meno di pensare,
che ci possano essere altri modi.

Via Montale a Lodi, strada che percorro a piedi quasi tutti i giorni, ne è un esempio.

Asfalto praticamente nuovo, attraversa una lottizzazione recente, in mezzo a un quartiere interno di Lodi, il Pratello.

Perché tagliare prima e passare poi a col miniescavatore a togliere l’asfalto, posare il tubo, coprire il tubo così, per poi aspettare ancora e riasfaltare?

Non c’è un modo più economico o efficiente? Posto che non abbiamo le “città sotterranee” come p.e. New York nelle quali operare per aggiungere/modificare/aggiustare le tubature, non si potrebbe coprire con dei pannelli metallici il percorso dello scavo e della posatura? Sarò ignorante, eppure son convinto che in qualche paese più civile una soluzione l’abbiano già messa in pratica.

strada tagliata

strada tagliata

dei percorso svanenti

quando vado in val seriana, passando vicino a bergamo, non ho problemi, sia che vada su da lodi-dovera-treviglio-bergamo, che da montodine-crema-mozzanica-bergamo

ma quando torno, c’è sempre qualcosa che mi frega – direi in primis la segnaletica

ho imparato che devo uscire a bergamo centro dalla tangenziale e poi seguire per orio al serio, fare qualche capriola tra le rotonde fino a quando arrivo all’orio center, ma poi… devo stare attentissimo a quel cremona-crema che poi ti può portare su un percorso, misteriosamente, sempre più lungo e complicato dell’andata

bah

energie

capita di accorgermi che mi scorra dentro un’energia, enorme, che si manifesta a volte come un torrente in piena
e travolge la parte razionale di me, e travolge chi mi sta di fronte
finisce col ferire chi ferire non vorrei mai
devo imparare a incanalare queste energie in situazioni positive, in contesti razionali, in manifestazioni che non siano mai esagerate ma semplicemente controllate
e se non riuscirò da solo in questo intento, mi farò aiutare

il disgelo e le incessanti piogge di questo periodo stanno sgretolando le strade
una sola buca che non vedi nella notte, su strade che pure conosci a memoria, presa a velocità sostenuta, può portare a conseguenze tragiche
le situazioni della vita in cui non controlli ciò che sembra normale, con le persone con cui vivi la tua vita da sempre, possono avere un sapore amaro. per questo, ci vuole controllo, e pazienza.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: