lodigiano

[lodigiano per marino] appuntamenti di oggi e domani

Stasera, alle 21, “Serata Ambiente” presso la sede del Pd in via Gandini, interverranno Stefano Pareglio, docente di economia e politica ambientale presso l’Università Cattolica, Sergio Cannavò, vice presidente di Legambiente Lombardia, Edoardo Galatola, ingegnere nucleare e imprenditore; Michele Merola, componente del comitato, modererà la tavola rotonda.

Domani, alle 21 presso “Il Centro” Via della Pace di Lodi Vecchio, l’incontro «UNA PRIORITA’ ASSOLUTA: PIU’ SICUREZZA SUL LAVORO
Intervengono: Cosimo Tortiello, Segretario Generale della Filca-Cisl di Lodi; Giuseppe Stoppini, Funzione pubblica CGIL; Edoardo Galatola, imprenditore, esperto sicurezza sul lavoro. Modera: Francesco Ditta, Comitato Lodigiano per Marino.

PocoDemocratico – 1: le approssimazioni successive

Come ha commentato Edoardo, ci arriveremo per approssimazioni successive.

Io avevo appena detto, da emotivo e sanguigno, che era stata una pagliacciata.

Chiamare i delegati dei congressi locali a una votazione che non era tale, è innanzitutto una mancanza di correttezza e di rispetto nei loro confronti. Più che di una votazione infatti si trattava di una ratifica dei delegati, già decisi a priori. A tal proposito, sono uno dei due astenuti.

Secondo motivo di perplessità, per usare un termine ancora gentile, è che uno di questi delegati non fosse nemmeno venuto… come si fa a eleggere uno che non si conosce, non si vede, non si presenta neanche? Più che delegato era delegante.

Il tutto sinteticamente è stato ben poco democratico.

PS: ammiro la capacità di sintesi e di pazienza di Edoardo, così come l’ironia con cui Stefano ha espresso il mio stesso disappunto. Let’s hold on.

Akzo Nobel, stavolta è finita [Fombio]

A casa tutti i 185 dipendenti

La notizia choc alla fine ha trovato conferma: lo stabilimento dell’Akzo Nobel a Fombio chiuderà. L’ufficializzazione è arrivata durante l’incontro di questa mattina in Assolodi tra le rappresentanze sindacali e i manager della multinazionale olandese, che hanno rivelato che la decisione di trasferire all’estero le produzioni del sito produttivo lodigiano risale ad almeno tre mesi fa. A rischio 185 posti di lavoro, i sindacati hanno ribadito anche nel corso dell’assemblea con i lavoratori che si è svolta a Fombio che verranno intraprese tutte le iniziative possibili per la difesa dei dipendenti Akzo


correlati:

(frances)chicche

«Non è tanto importante quanto la scuola è pubblica o privata»

«le primarie a Zelo sono state un fatto di demenza e di protagonismi personali, che ci hanno fatto perder voti»

si dice il peccato ma non il peccatore, anche se sentirle dire da un portavoce di una mozione congressuale del pd fa venire i br…br…brividi

resoconto del primo congressino lodigiano

ieri sera ero a guardamiglio per il primo congressino di circolo del pd del lodigiano, dove si votavano liste(/delegati) per il nazionale e il candidato per il regionale

è inutile dire che sia stato un suffragio per bersani, sul nazionale, invece sul regionale un voto l’abbiamo strappato per il nostro candidato (nonostante la presentazione con nome e cognome sbagliati, e recidiva ^^)

è utile invece capire, ascoltando chi sta di fronte, chi-si-aspetta-cosa da questo partito

e nonostante i presentatori delle mozioni parlino delle mozioni stesse, davanti ti trovi gli iscritti che votano le persone, le persone che conoscono; non leggono le mozioni, così come non leggono i programmi che metti in campagna elettorale nella cassetta delle lettere

un estratto dalla mia mail di resoconto di ieri sera, ovvero le mie piccole inutili riflessioni personali

Considerazioni personali
Molti si affannano a fare distinzioni tra il rinnovamento
generazionale, quello anagrafico, ecc… come se dovessero
giustificare il fatto che sia difficile effettuare il ricambio di
questa classe dirigente di partito e che “nuovo” non significa
migliore. Tempo perso in parole di paura.
Le parole chiave e le istanze contenute nella mozione Marino sono
frutto di ragionamenti sulla contemporaneità, non un estemporaneo
sproloquio di modernismi.
Posso avere tutto il rispetto di questo mondo per chi ha diretto il
partito fino a ora, ma se le priorità di questo partito non sono:
– laicità dello stato (=diritti a coppie di fatto e a LGBT+testamento
biologico+diritti della donna per decidere sulla sua salute, leggi:
aborto chirurgico o chimico, fecondazione assista)
– un nuovo welfare
– stato multietnico
– ambientalismo
allora questo non è il mio partito.
Ma non è solo il mio partito, ma non lo è per tutti quelli che oggi
cercano risposte e vivono nella precarietà di uno stato che lascia
fette enormi di popolazione senza diritti e senza tutele. Continuiamo
a pensare che ci sia ancora da fare il partito dei ds o dei dc, come
traspare da certe evocazioni “passatiste”, e queste istanze rimarrano
sempre scoperte.

lodigiano con marino, calendario che si infittisce

l’altra sera si è discusso, al circolo di lodi, del calendario di questa fase congressuale, ma anche di politica e di strategia e di scenari
pochi possono essere i dubbi sul fatto che il nuovo segretario – forte al congresso e pubblicamente – sarà al 90% bersani
il ragionamento è stato sul peso politico della percentuale che possiamo conquistare facendo rete, facendoci conoscere, facendo del confronto su temi reali, facendo una buona campagna per le primarie
questa è un’opportunità che non vogliamo sprecare
ecco perché tante energie, un calendario fitto di date, in giro per il territorio, nonostante nessuno di noi sia professionista della politica