Tag: civati

L’anti-leader

Civati non è uno pseudo-leader ma un semplice punto di riferimento di una galassia delusa, sconfortata e alla ricerca d’identità.
Quando sei alla ricerca di un’identità è facile seguire le orme di un leader forte, di uno che ti dice cosa fare.
Siamo maestri in questo.
Civati invece ci propone di aderire ad un progetto progressista e dargli forma con la discussione e la partecipazione politica.
E’ facile per i fan del leaderismo carismatico accusarlo di essere un coniglio.
Io credo invece che, per continuare a tenere la barra di dritta senza gridare ed ascoltando tutti ci voglia un sacco di coraggio.
Un coraggio da leoni. Il coraggio di una forza tranquilla, come recitava lo slogan di una campagna elettorale di Mitterand qualche anno fa.

via Civati: l’anti-leader – Il Fatto Quotidiano.

Questo pezzo sintetizza un po’ ciò che mi piace di Civati e che, nonostante non abbia una tessera di partito, mi porta a pensare che un futuro di costruzione e di responsabilizzazione passa da politici come questi.

Lo so che ci sono i “sai che gli italiani votano con la pancia e non col cervello“, e può anche essere che fra un po’ la pancia sarà talmente vuota che voteranno coi forconi, chissà.
Fermarsi un attimo prima, c’è il voto col cervello.

Così, giusto per ricordarlo. (Cit.)

La mancanza di responsabilità e di responsabilizzazione è il nostro male cronico,
la cura però esiste.

Prossima Lodi

PF LODI docs.google.com 2011-11-16 9-20-6E’ nata stamattina la cellula lodigiana dei civatiani

Paolo ne dà il lieto annuncio:

Civati sarà a Lodi mercoledì 30 novembre (presso il teatro Informagiovani, via Paolo Gorini n. 21)  per il lancio di Prossima Lodi.  La serata si pone l’obiettivo di rompere gli schemi del classico dibattito, favorendo il confronto diretto tra i tutti i partecipanti, come nello spirito di tutte le iniziative promosse da Prossima Italia.

<cut>

Tra le iniziative proposte, abbiamo presentato quella chiamata “Prima gli Elettori”. Trovare il materiale sull’iniziativa QUI. In breve, raccogliamo firme per una petizione che, a prescindere dal tipo di legge elettorale che sarà attuale durante le prossime elezioni, il Partito Democratico si impegni a convocare elezioni primarie libere e aperte per la scelta dei candidati alla Camera ed al Senato. Parlamentari scelti come i sindaci. Questo crediamo sia lo spirito per superare la crisi della politica e della democrazia alla quale siamo purtroppo abituati da 17 anni.

Presto faremo conoscere tutte le nostre iniziative. Nel frattempo, se volete rimanere aggiornati, il nostro blog lo trovate QUI e ovviamente ci trovate anche su Facebook.

Manifestazione contro i simboli padani alla scuola di Adro

squadra che "vince"…

… sai, il pd va così forte, che è un peccato “spaccarsi”, vero?
è stucchevole, noioso, controproducente
eppure il gruppo dirigente è sempre quello e sempre litiga al suo interno, e si difende dalla possibilità di essere scalzato

cito da civati alcuni sintomi tra i peggiori che condivido:

Che è un po’ difficile rimproverare al segretario degli ‘altri’, ora, di non avere la «vocazione maggioritaria», perché quella vocazione lì, Bersani non ce l’ha. A lui gli piace l’alleanza con l’Udc, ce n’è poche di storie.

Che piuttosto sarebbe da chiedergli conto del fatto che, se è possibile, il partito è meno «strutturato» di prima (altro must dello scorso anno), che le tessere non si sa nemmeno quante siano (e come mai siano precipitate, soprattutto in alcune zone del Paese), che alcune questioni di non poco conto, sotto il profilo culturale, non siano nemmeno più considerate. E che, da ultimo, se si annuncia la campagna d’estate e il porta a porta, poi magari li si fa. Anche. Ecco cosa chiedere a Bersani.

pd che perde di vista gli elettori e se stesso, altro che il riformismo promesso in cui anch’io credevo
c’è uno smarrimento enorme, e assenza (ancora purtroppo) di concretezza

Presentazione Mozione Marino alla Festa dell'Unità di Lodi

Facebook | Presentazione Mozione Marino alla Festa dell'Unità di Lodi

Stasera, alla Festa Democratica dell’Unità a Lodi, in via Taramelli (area Capanno), Giuseppe Civati presenterà la Mozione Marino.

Link correlati

Lodi con Marino: prossimi appuntamenti

da Appuntamenti programmati:

  • Martedì 25 agosto, alle 21.00 a Lodi, presso la Federazione Provinciale del PD al Capanno, per un incontro del “Comitato lodigiano con Marino” per coordinare le prossime iniziative
  • Venerdì 28 agosto alle 21.00, presso la Festa Provinciale dell’Unità a Lodi – Capanno, in occasione dell’incontro di presentazione della mozione. Sarà presente Giuseppe Civati.
  • Mercoledì 9 Settembre alle 21.00 a Lodi, presso la Federazione Provinciale del PD al Capanno, per un incontro del “Comitato lodigiano con Marino”.
  • 7-26 settembre, calendario di incontri di presentazione della mozione, nei circoli in cui siamo presenti

dei numeri

quando si dice dare i numeri…

Il numero degli iscritti, regione per regione:

Emilia Romagna 140.179

Campania 119.469

Lazio 90.000

Toscana 73.584

Sicilia 60.747

Calabria 58.424

Puglia 49.752

Lombardia 47.693

Veneto 27.000

Sardegna 26.271

Umbria 23.409

Piemonte 21.000

Marche 20.000

Basilicata 17.603

Abruzzo 16.914

Liguria 15.851

Friuli 9.219

via ciwati.

Incontro lodigiano per la mozione Marino – Civati « Briciole caotiche

In vista del congresso che in autunno designerà il prossimo segretario del Partito Democratico, ci incontriamo

MERCOLEDI’ 29 alle ore 21 presso la sede della Federazione Provinciale del PD di Lodi (al Capanno via Taramelli 8/10)

per una prima presentazione della mozione Marino – Civati.

Una mozione che si differenzia dalle altre innanzitutto perché si pone al di fuori degli schemi classici che hanno caratterizzato questo primo periodo di vita del partito.

Una mozione che propone innovazione e rinnovamento nei metodi della gestione del partito e nella proposta di linea politica.

Le parole chiave che caratterizzano la mozione sono: apertura, coraggio, merito, protezione e libertà.

Nella serata di mercoledì vogliamo incontrarci con tutti quelli che sostengono, apprezzano, condividono o anche solo sono interessati ad approfondire la mozione e decidere, insieme, come organizzarci.

Hanno già dato la propria adesione all’incontro:

Oreste Abbà, Giorgio Daccò, Vncenzo Dossena, Davide Fenini, Marco Frattola. Andrea Frignani, Edoardo Galatola, Michele Merola, Francesco Minojetti, Barbara Onofri, Davide Stroppa, Roberta Vallacchi

Vivi il PD

Farti venir voglia di vivere il PD, è questa la nostra sfida.

Farti sentire rappresentato da un partito che dà voce alle aspirazioni di cambiamento e libertà che si muovono in Italia.

Il PD che ti faremo vivere sarà l’anticipazione del Paese che vogliamo costruire: libero da potentati, che valorizzi il merito di chi lavora e studia, che allarga e rafforza le libertà della persona.

Il nostro PD sarà lo strumento più efficace per cambiare l’Italia,

è questo il partito che vogliamo farti vivere.

Un partito che riparta dalle persone. Dalla qualità e dai bisogni delle loro vite, dalle loro attese e speranze.

Un partito che abbia una direzione politica chiara, frutto della partecipazione dei suoi aderenti e sostenitori.

Un partito che abbia un assetto federale e riconosca l’autonomia dei territori e dei circoli.

Un partito che si assuma la responsabilità di quello che propone.

Un partito aperto e trasparente come vorremmo che fosse il nostro Paese.

Un partito dal respiro maggioritario, che stabilizzi il bipolarismo, che costruisca le alleanze a partire da quello che vuole per il Paese.

Un partito che si dia delle regole comprensibili e semplici, che siano rispettate.

Un partito che rispetti le diverse sensibilità che ne fanno parte, aprendo un dibattito inclusivo e responsabile.

Un partito che abbia a cuore i diritti di tutti. Un partito laico.

via 29 luglio: incontro lodigiano per la mozione Marino – Civati « Briciole caotiche.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: