Tag: photos

Cupra 2017

Stazione di Cupra Marittima
Cupra Marittima – Ferrovia – il treno che passa

 

In queste vacanze ci siamo regalati 2+1 settimane nel nostro posto del cuore, Cupra Marittima, con la terza settimana delle bimbe in cui io son tornato nella bassa per lavorare e mi son spostato con i sublimi treni regionali da e verso il lido (poco più di cinque ore, cambio ad Ancona compreso, non è un brutto viaggiare, senza contare che i regionali della Regione Marche sono relativamente nuovi e puntuali, confrontati con i pessimi di Trenord).

 

Oltre alle grandi sagre spettacolari – menzione particolare per lu buccolotte in una parrocchia di Grottammare, organizzata “divinamente” – abbiamo iniziato ad esplorare l’entroterra appenninico, bruciando la pelle ai bordi del Lago di Fiastra e incrociando paesi ancora segnati dai terremoti degli anni scorsi.

 

“Gite” Cupra 2017

 

  • 10 luglio: Montalto M.
  • 12 luglio: Carassai
  • 14 luglio: Campofilone
  • 15 luglio: Spaccio iMac/igi
  • 16 luglio: San Benedetto del Tronto, Rubbianello, Porto San Giorgio, Torre di Palme
  • 17 luglio: Torre di Palme
  • 19 luglio: Lago di Fiastra, Macerata
  • 20 luglio: Le buccolotte Grottammare

 

 

del GUADEC

sono anni che utilizzo GNOME con piacere, soddisfazione, quasi affetto, sicuramente convinto di aver visto crescere uno strumento che vada al di là di un semplice desktop manager

via emmanuele, ho scoperto un po’ tardi che in questi giorni si svolgeva a istanbul (si conclude oggi) il GUADEC (GUADEC (pronounced GWAH-DEC) is an acronym for the GNOME Users? And Developers? European Conference.), e pian piano da l� ho cominciato a leggere su quello che � tracciato, del futuro di GNOME

spagofesta – secondo compleanno di 2spaghi.it

da “2Spaghi compie 2anni: Spagofesta a Bologna“:

SpagoFesta

Venerdi 11 Luglio

h. 21.00, Bologna

Se vuoi unirti alla festa puoi:

– mettere il tuo nome nel wiki (password: 2Spaghi)

– lasciare un commento a questo post

– inviarci una mail a spagofesta [chiocciola] 2spaghi [punto] it

collage

DSC_4716.JPG DSC_4715.JPG DSC_4714.JPG DSC_4713.JPG DSC_4712.JPG

Collage, Tappi

macrotentativi

DSC_4676.JPG DSC_4675.JPG DSC_4693.JPG DSC_4689.JPG DSC_4681.JPG DSC_4690.JPG

smoke on the explorer, firefox in the sky

Firefox!Originally uploaded by sbarrax

diciamo che fino a pochi minuti fà il sito era in coma totale
ora direi che si può abbastanza tranquillamente scaricare:

eccolo, Firefox 3!

il ponte sul Po

IMGP0121

Informazione di servizio
Si parla del ponte sul fiume Po, tra Piacenza e San Rocco al Porto (LO), SS 9 Via Emilia:

i lavori di consolidamento dell’infrastruttura inizieranno lunedì 16 giugno e si concluderanno sabato 16 agosto

il ponte rimarrà chiuso dalle 21 alle 7 dal lunedì a sabato (e per tutte le 24 ore la domenica): i lavori saranno dunque portati avanti sempre di notte, ma la riapertura sarà anticipata di un’ora rispetto a quanto inizialmente previsto ()

cri cri

DSC_4585.JPG stasera, tornando a casa, apro il portone del garage, appoggio la bici accanto alle altre, e richiudo il portone

abbassando il rumoroso, scorgo tra le prese d’aria un insetto, che chiamerei grillo cavalletta, ma non sono un entomologo, quindi potrei tranquillamente sbagliarmi

allora salgo in casa, prendo la nikon, monto il tele, torno giù e tolgo dal portone lo ieratico insetto, deponendolo al centro del cortile, in un’area non troppo sporca
e scatta così un assedio fotografico
assai faticoso, dato il peso dell’obiettivo montato e l’impossibilità pratica di usare un cavalletto in simili condizioni

la cosa strana è che, tornando in casa, ho trovato sulle scale altri insetti come questo morti, la quantità era sorprendente, come la livrea che di questi colori non avevo mai visto

più che un prof

Piacenza@OpenDaystasera, guardando ottoemezzo, col ministro dell’istruzione e dell’università, ascoltavo di scuola, di valorizzazione di insegnanti e studenti, attraverso il riconoscimento del merito
e il riconoscimento economico di quella parte di docenti disposti a entrare in regime di autoformazione permanente

la mente corre subito al prof. claudio rebecchi: appunto un docente che sapeva andare da solo oltre al programma ministeriale, oltre al minimo sindacale, oltre a quello che era l’obiettivo tradizionale di una scuola tecnica come quella che frequentavo

una persona che si sapeva tenere aggiornata da sola, sempre alle ultime tecnologie
non è un caso che, dieci anni dopo, abbia trovato proprio lui come interlocutore attento e competente per collaborare con il lugpiacenza per la diffusione di gnu/linux e del software libero all’interno della scuola (e spero lo continui a fare)
una persona che ancora prima che insegnare degli argomenti e delle nozioni, insegnava a ragionare e a disporre i suoi allievi a una vita di studio continuo, all’aggiornamento permanente, allo stimolo verso la curiosità e a non esser mai sazi di conoscere, approfondire

una persona che mi trovai appena svegliato dall’operazione di appendicectomia

questo è uno di quegli insegnanti esempio di scuola che costruisce, insegna e sa imparare da sola
faceva virtualmente a cazzotti contro quegli elementi di inefficienza, incompetenza e poca volontà di insegnare

ricordo il prof di tecnologia che ci infarciva di nozioni presto dimenticate, semplicemente leggendo in classe paginate e paginate di dati di componenti e materiali
per non parlare di quelli di laboratorio, il cui compito era di far passare al più presto le ore indipendentemente dal fatto che noi capissimo cosa stavamo facendo

insomma, nella scuola italiana ci sono per fortuna ancora persone che vogliono insegnare e non fare la contabilità di debiti e crediti
e nell’attesa che tornino i sacrosanti esami di riparazione, speriamo solo di non vedere ulteriori riforme e controriforme fatte per essere disfatte dal governo successivo

edit a volte capita di leggere o sentire un argomento, e partire con dei percorsi mentali che si intrecciano coi ricordi personali e le riflessioni, altrettanto personali, su tali ricordi: ecco, è uno di questi casi
per la cronaca, questo era un ricordo-omaggio al prof. rebecchi, ma mica è morto, anzi, è in più in forma che mai 🙂

Piacenz@OpenDay – le foto

L’evento è riuscito, anche se forse ci si aspettava una maggiore partecipazione di studenti in aula.
Grazie a tutti, speriamo che ai ragazzi in sala sia rimasto anche solo il 20% del messaggio trasmesso attraverso gli ottimi interventi dei relatori.

UPDATE Ho aggiornato il set su flickr con nuove foto

Piacenza@OpenDay Piacenza@OpenDay
Piacenza@OpenDay Piacenza@OpenDay
Piacenza@OpenDay Piacenza@OpenDay Piacenza@OpenDay

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: