società

linkedin-new-reaction-icons

Dissenso Vietato

Da questo post visto su LinkedIn riemerge prepotente la visione di questa società votata al consenso in cui critiche e dissenso sono viste come “seccature” Sui social network non esiste il “dislike“, esistono varie gradazioni di consenso, al massimo esiste il dubbio. Sul gigante dei social network poi ci sono delle reazioni che coinvolgono le… Continua a leggere Dissenso Vietato

Popolo di pecoroni (lo fanno tutti, lo faccio anch'io)

stamattina sentivo alla radio che l’italia sarebbe il terzo paese – dopo emirati arabi e messico – consumatore di acque minerali confezionate anche se non fosse precisamente vero come dato, rimane il fatto che in troppi, veramente troppi, comprano l’acqua imbottigliata al posto di bere quella del rubinetto lo speaker radiofonico ha precisato – conoscendo… Continua a leggere Popolo di pecoroni (lo fanno tutti, lo faccio anch'io)

Le radici della 'ndrangheta – di Mario Andrigo, Lele Rozza

Le radici della ‘ndrangheta Di Mario Andrigo, Lele Rozza L’amico Lele e il suo amico Mario Andrigo hanno scritto davvero un buon libro sulla ‘ndrangheta. Un’opera molto fluida e fruibile, la cui lettura scorre rapida – grazie a un’impostazione a brevi capitoli e poche note ma precise – e ci illustra fatti, aneddoti, cronache giudiziarie,… Continua a leggere Le radici della 'ndrangheta – di Mario Andrigo, Lele Rozza

uno in meno

capita di sentire ancora persone che commentano “uno in meno” le notizie di immigrati morti in incidenti o simili allora per respirare un’aria diversa mi leggo anche questo

occupazione – –

akzo nobel nilfisk advance e con molta probabilità unilever, che già da questa primavera annunciò i tagli le più grandi realtà occupazionali di questa zona stanno scomparendo come la politica, le istituzioni, la società, stanno reagendo a questo mutamento? la mia percezione è che prevalgano, rispettivamente alle tre figure, incapacità, indifferenza, rassegnazione

due etti di laico, per favore

Mi piacerebbe tanto sapere perchè ci voglia ancora un partito che si riconosca in simboli religiosi o se ne faccia portavoce… … In un momento in cui la realtà sociale italiana si guarda dentro e vede diritti non riconosciuti per persone e situazioni osteggiate da posizioni clericali, in un momento in cui c’è fame di… Continua a leggere due etti di laico, per favore

fan tappo

che fabio volo possa piacere o meno, come personaggio o come cose che dice, è una questione marginale la condivisibile riflessione che parte dalle sue parole (che ho sentito in radio stamattina) – in sintesi: abbiamo in italia una classe dirigente e di potere politico ed economico che è vecchia e fa da tappo ai… Continua a leggere fan tappo

gay e "normali"

è da giorni che un conoscente mio interlocutore insiste nel dirmi: “non puoi convincermi che i gay siano normali, non li sono, rispetta la mia opinione, che è giustificata dal fatto che siano contro-natura“ potrei certamente evitare di continuare a discutere di simili argomenti visto che non c’è una base di civiltà comune, quella per… Continua a leggere gay e "normali"

tivvù

stasera, dopo circa tre settimane, ho acceso la televisione in casa mia per un utilizzo di diverso da wii o visione dvd/divx (vedere ris5…) diciamo che avevo bisogno di un flusso da osservare passivamente senza troppa attenzione, per accompagnare una serata di stiratura e faccende domestiche non posso ignorare che attorno a me ci sia… Continua a leggere tivvù

Berlusconismo boomerang

Economia, politica, immagine, successo, sono solo le manifestazioni “esteriori” del fenomeno berlusconiano. L’ex premier è sicuramente un eccellente comunicatore, ottimo imprenditore di se’ stesso, interpretazione italiana del self-made-man a base di arte-dell’arrangiarsi. Economia e politica sono punti di partenza e di arrivo di un percorso che, attraverso l’icona dell’uomo “vincente”, ha inciso sul terreno di… Continua a leggere Berlusconismo boomerang