Categoria: recensioni

Le radici della 'ndrangheta – di Mario Andrigo, Lele Rozza

More about Le radici della 'ndrangheta

Le radici della ‘ndrangheta

Di Mario Andrigo, Lele Rozza


L’amico Lele e il suo amico Mario Andrigo hanno scritto davvero un buon libro sulla ‘ndrangheta.

Un’opera molto fluida e fruibile, la cui lettura scorre rapida – grazie a un’impostazione a brevi capitoli e poche note ma precise – e ci illustra fatti, aneddoti, cronache giudiziarie, racconti legati assieme da una spiegazione sociale e culturale del fenomeno criminale nato in Calabria e ramificatosi nel mondo.

E’ una narrazione della ‘ndrangheta così come andrebbe letta nelle scuole, secondo me, perché evidenzia che senza un vero e profondo cambiamento culturale – non solo dei calabresi, ma di chiunque ceda alla scorciatoia della via illegale per la risoluzione di una difficoltà – nella società, magistratura e forze dell’ordine non riusciranno mai a estirpare fino in fondo tale “onorata società”.

basterds

è un film “notevole“, non sarà da oscar ma
è tarantino, ma è anche un tentativo originale di riscrivere un pezzetto di storia

visto in lingua originale (coi sottotitoli in italiano), poi, significa vedere un film con 3/4 lingue muoversi come nella realtà, in un interpretato molto realistico e spesso adrenalinico
difficilmente mi è capitato di vedere qualcosa a cavallo tra una favoletta verosimile e un film dove le emozioni ti avvolgano così

un gran bel prodotto finito, imho

punto pienopunto pienopunto pienopunto pienopunto pieno

landa ghedini separati alla nascita

cineLatest

tre cose ho visto, dopo tante settimane di astinenza dal cinema, una così così, l’altra di nicchia, e l’ultima un’americanata senza capo nè coda

10052009021 san valentino di sangue 3d
film “splatter” un po’ prevedibile e un po’ all’acqua di rose, alla fine l’unica cosa che noti sono gli effetti 3d (splatter) attraverso gli occhialini

star trek – il futuro ha inizio
una chicca per nostalgici, forse nulla di trascendentale o di epocale, ma non è solo una collezione di citazioni
è qualcosa che per gli appassionati del genere costituisce un massaggino romantico al cuore

angeli e demoni
se con il codice da vinci dal cinema uscivi  esclamando “che americanata!“, con questo aggiungi che “… che solenne cavolata!
certo, il marketing, la curiosità e forse la noia hanno spinto contro l’intuito personale, ma certo prima di stroncarlo era necessario vederlo
imbarazzante.

quarto jones

se accetti in un film la commistione tra storia, archeologia e fantascienza (stando anche al gioco di prendere in prestito una leggenda, quella dei teschi di cristallo in territorio maya)
se, come me, sei cresciuto con george lucas e tutte le sue produzioni (e alla sua ironia un po’ kitsch americana)
se sei affezionato a quel giovane vecchietto harrison ford
se poi lo vedi in sala energia dell’arcadia di melzo
allora sì, direi che l’ultimo indiana jones lo gradirai

rating punto pienopunto pienopunto pienopunto pienomezzo voto

di american gangster

da Pensieri… parole… senza omissioni: un blog sul cinema e i viaggi, film e turismo: AMERICAN GANGSTER

“American gangster” inizia in modo lento, dilungandosi eccessivamente nella presentazione dei personaggi e in alcune vicende che potevano essere trattate in maniera più marginale, ma quando stanno per iniziare i primi sbadigli, per fortuna prende quota e entusiasma, quando le pedine in gioco sono ormai tutte piazzate, soprattutto grazie confronto tra i due personaggi che in modo parallelo avanzano nelle loro azioni pur senza incrociarsi mai durante il film, se non nella sua parte finale (come accadeva tra Hanna e McCauley nel film “The Heat”).

Mi consola non esser stato l’unico a definirlo un gran bel polpettone LENTO, sicuramente qualcosa di ben confezionato dal punto di vista della fotografia, del casting e della recitazione (splendida quella di Denzel Washington), ma certamente assai criticabile nella scelta di aver sbilanciato il ritmo della sceneggiatura così tanto, opponendo un primo tempo lunghissimo e lentissimo, a un secondo tempo breve e più intenso.
Erano a un passo da un grande film, ma hanno purtroppo sfumato l’occasione.

Linux Day 2007

Domani, 27 ottobre 2007:

 

linuxday 2007, il logo

Alatriste

Alatriste (titolo italiano “Il Destino di un Guerriero”)

il film è ben fatto, e anche se fatto da spagnoli, non nasconde il lato più meschino, mercenario e puttanesco del carattere castigliano e di guerre fatte per avidità fini a loro stesse

dal punto di vista del ritmo cinematografico, è decisamente da inquadrare nella schiera dei cosiddetti polpettoni, ma tutto sommato è gradevolmente godibile, soprattutto l’interpretazione del credibile viggo mortensen

direi che gli strafalcioni storici, classici delle rivisitazioni fatte dagli americani, qui sono praticamente assenti (a meno che non abbia io dei vuoti tremendi)

rating: punto pienopunto pienopunto pieno

[gnuvox] "divertimento in salsa GNU"

Gaming Under Stars: divertimento in salsa GNU

Andrea Merli chiede a “quelli del GUS” 😀 alcune domande sulla bella giornata passata a Vigoleno

overburning

è uno di quei periodi con “le corde tirate
lavorare amminchia su un’esportazione per file ministeriale del setteetrenta grazie alla metodica imprecisione ricorrente dei miei fornitori di “analisi“, è una pratica distruttiva che porta troppe sere di fila ad uscire dall’ufficio alle otto di sera e alle due del sabato pomeriggio

un ufficio dove quotidianamente c’è l’add-on di colleghe cerebro-mutanti la cui età psichica oscilla tra i dieci e i dodici anni, nonostante quella anagrafica sia di una ventina d’anni superiore
quello che da queste parti chiamano “asilo mariuccia” è il confortevole ambiente di questo borgo del medioevo informatico, ma per l’estate hanno promesso che cambieremo e ci sposteranno in un bastione lungo le mura, non lontano da questa roccaforte anti-informatica

non mi resta che segnalare l’account (neonato) su photobucket del lugpiacenza, e per la precisione, le
foto del GUS 2007 svoltosi a Vigoleno sabato scorso, e sperare che stasera si esca a un orario più umano…

Oggi GUS!!!

   
oggi gus!!!       vigoleno

Mi raccomando, non potete mancare, venite al GUS 2007 (Gaming Under Stars) !!!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: