Categoria: recensioni

L'Uomo dell'Anno

Il film “L’uomo dell’anno” nel complesso è riuscito e brillante, attuale anche se in certi passaggi “tecnici” forse un po’ banale.
La storia è quella di un comico da show serale americano, che si aggiudica le elezioni presidenziali americani grazie a un baco del software di un ipotetico “sistema unico di votazione elettronica”, e deciderà di dimettersi ancor prima di insediarsi alla Casa Bianca, perchè contattato dalla programmatrice stessa del software bucato, la quale lo informa del vero risultato elettorale e nel frattempo si innamora di lui.

All’inizio è un po’ lento, ma la bravura e la brillantezza di Robin Williams risollevano il morale (anche se una sconosciuta vicino a me in sala si è messa a ronfare sonoramente, e non era l’unica) e le sorti di una trama che stenta a decollare e sembra puntare troppo sulla riflessione di base in merito alla degenerazione del sistema politico in generale.

A me, parallelamente, sono sorti spontanei paragoni con Beppe Grillo, personaggio dallo stesso tenore di interventi ed esternazioni, che però ha sempre rifiutato di scendere in politica nonostante i suoi seguaci (la nicchia dei ~) vedano in lui una persona di cambiare il Paese eliminando l’attuale classe politica, per la quale gran parte della popolazione dice di esserne allergica, ma che alla fine è l’unica struttura, guardando realisticamente allo stato delle cose, in grado di governare questo Paese in una logica di equilibrio.

Come diceva Lele ieri, “non si può pensare di fare i politici senza fare politica“; ed è vero.
Il ruolo della satira, della denuncia, della provocazione, è importante per fare vedere agli elettori cose che probabilmente sarebbero ignorate, ma poi lì finisce e non è nulla, se non è l’elettore-cittadino stesso a scegliere (e costituire, ovviamente) una classe politica che sia di ricambio a questa che segna il passo.

Voto complessivo sul film: punto pienopunto pienopunto pienopunto pieno

MEMOLinux '07

memolinux07

L’Associazione Club Virgiliano, in collaborazione con il LUGMan (Linux User Group Mantova) e con il supporto della Polisportiva San Giorgio ’90, ARCO Associazione Reti Civiche Online e del LUG Verona, annuncia per sabato 2 giugno 2007 la prima edizione di MEMOLinux, una giornata dedicata a GNU/Linux e al software libero inserita nella vivace cornice del Mercatino Elettronico di Mantova Nord.

La manifestazione, libermente aperta al pubblico, avrà luogo SABATO 2 GIUGNO 2007 dalle ore 9,00 alle ore 17,00 presso il “Centro Pertini” di Mottella di San Giorgio di Mantova (500 m. dal casello di Mantova Nord dell’Autostrada A22).

Link:

Assemblea Soci LUGPiacenza

Nell’attesa che il sito web torni a puntare al virtual host giusto (…), anticipo qua (e magari i blogger lugpiacentini che mi leggono posso fare lo stesso 😉 ), che ci troviamo  sabato mattina, alle 10 al Centro Interculturale di via XXI Aprile a Piacenza, per l’Assemblea dei Soci 2007 dell’Associazione Culturale LUGPiacenza.

accanimento malapeutico

a raffica, oggi, fraintendimenti, incidentelli e rallentamenti stradali, intoppi sul lavoro e sul cammino

l’aggiornamento in produzione del webapplicativo che coordino è andato bene, insieme ad alcuni interessanti riconoscimenti aziendali

ma la giornata racconta quella classica sequenza di casualità che aggiungono ritardi su ritardi, incazzature su incazzature, intoppi su intoppi
se poi stendono un vecchietto in motorino a due passi da casa tua e ti bloccano la strada, come reagisci…? respiro profondissimo

dovevo scrivere l’annuncio ufficiale dell’assemblea soci del LUGPiacenza (che si terrà questo sabato, 5 maggio 2007, ore 10, alla ns. sede condivisa, il centro interculturale di via xxi aprile a piacenza), ma ovviamente la catena di avversità ha fatto sì che il sito del lugpiacenza fosse fantasma (per motivi sistemistici) proprio in questi giorni (causa spostamente del server del milug che gentilmente ci sta ospitando)

era da parecchio che, pur non essendo ne’ milanista ne’ un divoratore di calcio, non vedevo una partita così deliziosa, son decisamente soddisfatto

ora vado a nanna perchè domattina dovrò conquistarmi il mio posto al cup e fare, in seguito, la visita otorinofaringolaringea che sull’impegnativa del medico ha tanto di bollino verde d’urgenza: due afte gigantesche e rosse ardenti minano il cavo orale e il mio sistema immunitario da ormai troppo tempo (lele e gizm0 sono diventati quasi i miei confessori dei sintomi di tale malattia e forse non mi sopportano più 🙂 )

Musica e Parole

music_and_lyrics Son appena tornato dal cinema, dove ho visto “Scrivimi una Canzone” (titolo originale “Music and Lyrics“), gradevole opera, che ai banalmente emotivi romantici (come penso di essere anche io) piace un casino… ti fa proprio uscire dalla sala con un sorriso ebete ma soddisfatto.
Suscita ricordi, a chi la musica degli anni ottanta l’ha vissuta in prima persona, o indirettamente come a me, che sono cresciuto con la radio al posto del latte materno.
Provoca anche qualche riflessione generazionale, che forse, a ben vedere, puzza più di vena nostalgica che di reale ragionamento sociologico (sì, insomma, verrebbero fuori frasi del tipo “anche il pop di quel tempo era meglio della robaccia che si sente adesso… e’ il segno dei tempi, l’adeguamento al nulla mentale globale… bla-bla-bla“).
Uno Hugh Grant gradevole e intonato, una Drew Barrymore umile e rigenerata, ma la chicca per intenditori è il classico personaggio marginale di Aasif Mandvi, quello che, per intenderci, licenziava Peter Parker in Spider Man 2, e che ha recitato in tantissime fortunate serie TV degli ultimi anni (compresi CSI, Law&Order, ER).

Voto complessivo: punto pienopunto pienopunto pienomezzo voto

cines

tra il natale e gennaio/febbraio, ho visto un po’ di film

  • Una notte al museo – punto pienopunto pienomezzo votoentrai in sala un po’ pessimista (non sono proprio un amante di Ben Stiller), ma sul finale mi ha convinto; nel complesso, spensierato e gradevole storiella
  • La ricerca della felicitàpunto pienopunto pienopunto pienopunto pienopunto pienoveramente un capolavoro, complimenti a Will Smith per la produzione e l’interpretazione
  • Un’ottima annata – punto pienopunto pienopunto pienomezzo votouna favoletta ben raccontata, dai toni pastelli della provenza contrapposti ai toni schizzati della follia finanziaria londinese
  • Boog and Elliott – punto pienon.c.
  • The prestige – punto pienopunto pienopunto pienomezzo votoInterpretazioni notevoli, finale scontato. La ciliegina: David Bowie nel ruolo di Tesla
  • Giù per il tubo – mezzo voton.c.
  • Happy feet – punto pienopunto pienomezzo votoanimazione e luci da una computergrafica davvero ben fatta, scenograficamente “pieno” e musicalmente gradevole

incontro su gplv3 e drm

Dr. GnuVal
Venerdì scorso c’è stato un interessante incontro, nella sede condivisa del LUGPiacenza.

Si è parlato di DRM, con considerazioni sociali, economiche e pratiche.

Si è parlato della GPLv3 e di come il 2nd draft sia al contempo più moderato dei precedenti, ma oltremodo utile a salvaguardare gli utenti finali da pericoli (e non strumenti di innovazione) come brevetti software e DRM stessi.

I riscontri sono positivi, speriamo che i rappresentanti dell’attivismo (di AttivAzione.org) possano replicare un simile incontro/confronto in altre sedi e in altri lug

Risorse correlate:

tran tran #n

in laboratorio c’è un filo lungo lungo
che percorre la città

devo ancora riambientarmi dallo splendido week-end in tirolo, che già l’incrocio di quotidianità virtuale e reale mi sommerge, tanto è che non sono ancora riuscito a scrivere le mie riflessioni sulla nostra partecipazione a “Fa’ la cosa giusta!”

per adesso ho pubblicato quelle poche immagini scattate col cellulare e un breve e positivo resoconto: “Abbiamo Fatto Una Cosa Giusta 😉

LUGPiacenza a "Fa' la cosa giusta!"

 

L’Associazione Culturale LUGPiacenza a “Fa’ la cosa giusta!”

Alla neonata edizione piacentina della fiera “Fa’ la cosa giusta”, dedicata al consumo critico e agli stili di vita sostenibili (che si terrà all’Ente Fieristico di Piacenza dal 1 al 3 dicembre 2006), sarà presente anche l’Associazione Culturale LUGPiacenza, come rappresentante del Software Libero.

Maggiori dettagli a questa pagina.

il sabato piu` lungo

terribile week-end di coercizione feudale, con un sabato ad altissima compressione temporale… il padrone che fa visita, gli strumenti del maniscalco inadeguati e la fucina troppo fredda per lavorare lo sporco ferro, l’emicraura che andava a braccetto col risottino giallo consumato nella bottega dal fetido clima, tanto che ho dovuto andare a fare un giro per cambiare aria e riposare le tensioni

per fortuna, il sabato più lungo, si è concluso con una delle serate più divertenti e animate che ricordi ultimamente, passata al rockin’rho con gli amici del milug: le mie foto e quelle di Raval

=====================

some pics:

 bargnu rockin'rho a coffee by sbarrax

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: