Categoria: AttivAzione

AttivAzione.org 2.0

A fine dicembre si avvicina, da un po’ di anni a questa parte, la scadenza del dominio attivazione.org

Diciamo che ogni anno c’è un pensiero, una considerazione, una riflessione

L’idea che AttivAzione.org potesse essere un’associazione è tramontata per questione pratiche e “di vita” 😉 parecchio tempo fa, e anche le dinamiche dell’attivismo e dell’associazionismo relativi al Software Libero, sono cambiati notevolmente, e nel mondo, e di riflesso nelle vite di chi era coinvolto.

Ora l’impegno è diverso ed è, per quanto mi riguarda, politico, in senso stretto.

Cresce l’esigenza di fare la politica in modo nuovo, non già perchè “nuovo” sia bello, quanto piuttosto perchè il web(2.0)  mette a disposizione forme di comunicazione e interazione più potenti e più comode, e nelle dinamiche della Rete si impara molto di più che non certo davanti a un tubo catodico che emette pacchetti preconfezionati di ipocrisia e di finto pensiero.

Il Software Libero è già strumento patrimonio di aziende, individui e comunità, non è più un illustre sconosciuto da ambienti pioneristici; è piuttosto un punto di partenza per diffondere un buon modello di trasparenza, necessità economica e sociale, convenienza pratica e tecnologica.

La mia personale adesione al PD non è certamente il pretesto per fare “comunicazione partitica” attraverso AttivAzione.org, dal momento che quest’ultimo vuole essere un blog dove raccogliere fatti, eventi, opportunità che facciano politica attraverso la comunicazione e la tecnologia. Un po’ come suggeriva Stef(igno), questo blog (freelabs) deve diventare più personale e meno generalista, e di fatto lo spostare i post riguardanti la politica (pensieri strettamente personali esclusi) verso AttivAzione.org è un tentativo che va in questa direzione.

licenza di vincere

GPL tiene a Monaco

vota per il software libero!

Ne parlo su attivazione.org

vota per il software libero! (banner)

manutenzione immagine cd

non ditemi jigdo
ma ditemi che la notte porta consiglio, e soprattutto consegnerà al limbo il motore di ricerca (dei progetti) interno a sourceforge.net

sto pensando a bargnu, certo, soprattutto a un modo più agevole di aggiornarlo (ancora più del software, la documentazione che lo accompagna, di volta in volta che viene aggiornato), oltre che al nuovo server su cui spostarlo (su attivazione.org che continua a “pensarlo“)

se quello che sto pensando già esiste, fatevi vivi 🙂

pavese superstar

è un po’ di settimane che mainstream e contorni, stanno puntando i riflettori sul pavese

sembra che i cugini si stiano dando da fare per monopolizzare l’attenzione dei media, e non bastava quell’omicidio di garlasco che ha trasformato ogni cronaca in una puntata da ris-delitti-imperfetti, e nemmeno l’auto-sequestro di motta visconti, ora ci sono i comuni a ridosso del po che contestano i nomadi e le eventuali “ripartizioni”…

a me, del pavese, piace di più evidenziare che nel paesino di bressana bottarone, dal 21 al 29 settembre prossimi, si terrà BRESSANA NEL 21° SECOLO: Saperi Liberi Liberi Saperi, organizzata dall’associazione culturale «Insieme» di Bressana in collaborazione con GNUFunk

Dalla Conferenza Stampa sul PDL Lombardo…

La conferenza stampa è iniziata alle 11:30, si è tenuta nella nuova sala consiliare “C” (Palazzo del Consiglio Regionale della Lombardia).
L’intervento iniziale e principale è stato quello del promotore del PdL, il Consigliere Regionale dei Verdi, Marcello Saponaro, che ha spiegato i principii e i motivi che hanno ispirato e portato alla realizzazione di questo Progetto di Legge.
Saponaro ha posto l’accento sui vantaggi in termini economici, nel breve e nel lungo termine, dell’adozione del Software Libero nella Pubblica Amministrazione lombarda, sfruttando la metafora del “buon padre di famiglia” che paga il mutuo per lasciare domani una casa di proprietà al figlio anziche’ pagare l’affitto: così investire oggi in Software Libero porta benefici domani, dal momento che – ci ricorda Saponaro – abbiamo a disposizione un software aperto (ne abbiamo il codice sorgente) e perciò personalizzabile, requisito indispensabile per le esigenze di controllo e trasparenza che la PA, ha in quanto detentore di dati sensibili dei cittadini, dei quali va tutelata la riservatezza.
Successivamente sono intervenuti altri Consiglieri della minoranza di centro-sinistra, firmataria del progeto di legge (unica eccezione, della maggioranza di centro-destra, il consigliere Silvia Ferretto Clementi di A.N.): Muhlbauer, Gaffuri e Monguzzi. Proprio di quest’ultimo mi ha colpito la frase “Posso sintetizzare in 3 punti. Questa legge fa risparmiare, innova e rende partecipi i cittadini. Quindi – aggiunge – non vedo perchè la Regione Lombardia non dovrebbe approvarla in un minuto“.
La trovo per certi versi disarmante, perchè mi pongo l’interrogativo, dentro di me, “e gli altri?

Dopo i Consiglieri, è intervenuto Lele Rozza, che ha collaborato in veste di consulente del progetto, attraverso il “Tavolo Regionale Politica del software nella Pubblica amministrazione“, iniziativa che ha visto coinvolti i maggiori attori dell’informatica mondiale (IBM, Novell e Microsoft), della piccola imprenditoria e dell’associazionismo (tra cui ricordo Milug, Openlabs, AsSoLi, FSFE e AttivAzione.org).

Formati Aperti e Software Libero nei sistemi informatici in Regione Lombardia

presentazione del PdL ai giornalisti e al pubblico.

Gruppo Consiliare – Verdi per la Pace


FORMATI APERTI E SOFTWARE LIBERO NEI SISTEMI INFORMATICI IN REGIONE LOMBARDIA.

UNA LEGGE PER L’INNOVAZIONE

conferenza stampa martedì 22 maggio, ore 11.30 (nuova) Sala C, Consiglio Regionale della Lombardia, via Filzi 29, Milano

Milano, 18 maggio 2007 – Innovazione, efficienza, competitività, trasparenza e risparmio: l’impiego dei formati aperti e del software libero nella gestione dei dati porta solo vantaggi alle pubbliche amministrazioni.

Per questo il “Tavolo Regionale Politica del software nella Pubblica amministrazione” (Politica del Software) promosso dal consigliere dei Verdi Marcello Saponaro ha messo a punto un progetto di legge che in 13 articoli liberalizza, innova e rende più efficace e competitiva la pubblica amministrazione lombarda attraverso una nuova politica del software.

-> Leggi il Comunicato Stampa

link correlato: http://politicadelsoftware.openlabs.it/?q=node/8

AsSoLi presenta uno studio approfondito sui recenti accordi tra Governo e Microsoft

COMUNICATO STAMPA
======================================================================
L’ASSOCIAZIONE PER IL SOFTWARE LIBERO PRESENTA UNO STUDIO
APPROFONDITO SUI RECENTI ACCORDI TRA GOVERNO E MICROSOFT
======================================================================

21/05/2007

In un articolo inviato a centinaia di esponenti delle istituzioni sia
centrali che locali, l’Associazione per il Software Libero intende
dimostrare come il Governo Italiano continui ad erogare soldi pubblici a
favore di aziende in posizione dominante nel mercato del software.
Nel centro di ricerca Microsoft di Trento, per esempio, per ogni euro
speso dalla multinazionale statunitense, le istituzioni e le università
ne spendono più di sette.

Leggi tutto …

PITER 2007-2009

Comunicato stampa, a cura del consigliere regionale Gianluca Borghi, che annuncia la presentazione del Piano Telematico Regionale della Regione Emilia Romagna per il triennio 2007-2009

GNUFUNK: e-democracy/e-conspiracy: libero software in libera rete

GNUFUNK: e-democracy/e-conspiracy: libero software in libera rete
e-democracy/e-conspiracy: software libero in libera rete diritti, tutele, conoscenze, socialità e politica nell’età della Rete e della rivoluzione digitale.

 

mercoledì 21 marzo, ore 21 al csa barattolo – via dei mille 130 – pavia

Un nuovo orizzonte culturale: accesso libero, gratuito e universale, la condivisione della conoscenza, la liberazione dei saperi.

Vedi: http://gnufunk.org/

ci saranno, tra gli altri, rubini, lele, il dido, e ci vado anch’io

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: