Categoria: campaign

WordPress › Help Stop SOPA/PIPA

Some thoughts:

In the U.S. our legal system maintains that the burden of proof is on the accuser, and that people are innocent until proven guilty. This tenet seems to be on the chopping block when it comes to the web if these bills pass, as companies could shut down sites based on accusation alone.

Laws are not like lines of PHP; they are not easily reverted if someone wakes up and realizes there is a better way to do things. We should not be so quick to codify something this far-reaching.

The people writing these laws are not the people writing the independent web, and they are not out to protect it. We have to stand up for it ourselves.

Blogging is a form of activism. You can be an agent of change. Some people will tell you that taking action is useless, that online petitions, phone calls to representatives, and other actions won’t change a single mind, especially one that’s been convinced of something by lobbyist dollars. To those people, I repeat the words of Margaret Mead:

Never doubt that a small group of thoughtful, committed citizens can change the world. Indeed, it is the only thing that ever has.

We are not a small group. More than 60 million people use WordPress — it’s said to power about 15% of the web. We can make an impact, and you can be an agent of change. Go to Stop American Censorship for more information and a bunch of ways you can take action quickly, easily, and painlessly. The Senate votes in two weeks, and we need to help at least 41 more senators see reason before then. Please. Make your voice heard.

via WordPress › Help Stop SOPA/PIPA.

Il fantasma della democrazia – Referendum 2011

Elio per il Progetto Vita

Elio testimonial con un video su YouTube del Progetto Vita piacentino della dottoressa Daniela Aschieri, per la diffusione capillare dei defibrillatori…

da «Non pensate al bunga bunga, ma al defibrillatore automatico»

Meno tasse per l'efficienza energetica!

rebloggo da marcello

55%: al via la catena di blog per la conferma delle detrazioni per l’efficienza energetica

Firma anche tu per prolungare le detrazioni del 55% per i lavori di efficienza energetica

Cosa sono le detrazioni del 55%?
La Finanziaria del 2007 ha introdotto la possibilità di beneficiare di detrazioni d’imposta per chi realizza interventi volti a migliorare l’efficienza energetica della propria residenza. In particolare si può chiedere la restituzione in cinque anni del 55% della spesa sostenuta per riduzione delle dispersioni termiche degli edifici, installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda, installazione di caldaie a condensazione e costruzione di nuovi edifici ad altissima efficienza energetica.

Perchè sono importanti per l’ambiente?

Perchè ridurre il consumo di energia è il primo passo per ridurre le emissioni di CO2, prima ancora dell’incentivo alle fonti rinnovabili.

Perchè sono importanti per l’economia?
Perchè hanno permesso di dare impulso ad un settore per la maggior parte composto da piccoli artigiani, favorendo anche l’emersione del nero che spesso è collegato ai lavori di ristrutturazione ed edilizia. Il mancato introito da parte dello stato dovuto alle detrazioni è ampiamente ripagato dal fatto che molti lavori non sarebbero stati realizzati o non sarebbero stati fatturati.

Quando scadono?
Allo stato attuale si può usufruire delle detrazioni solo fino al 31 dicembre 2010. Per prolungarle, e magari farle diventare strutturali è partita una mobilitazione su vari fronti, industriali, associazioni di categoria e anche blogger.

Firmare adesso!
Sul sito
lettera aperta al neo ministro per lo sviluppo economico in cui si chiede, alla luce dei risultati fin qui raggiunti dalle detrazioni, di prolungarle al più presto. Primi firmatari sono Giuseppe Civati,Roberto Codazzi, Eugenio Comincini, Leonardo Fiorentini, Marco Lamperti, Letizia Palmisano, Marcello Saponaro.

Incatena il tuo blog
Sul sito si può firmare, se hai un blog ti chiediamo di rilanciare l’iniziativa, copiando questo post e linkando quanti l’hanno già fatto, e di segnalarlo qui sotto nei commenti.
Continua a leggere

Giornata mondiale contro la pena di morte

fucilazione_morariu

Quest’anno, nel decimo giorno del decimo mese dell’anno 2010 (10.10.10) la Giornata mondiale è dedicata alla pena capitale negli Usa, dove da quando sono riprese le esecuzioni nel 1977, più di 1200 persone sono state messe a morte in 35 stati e sotto la giurisdizione federale. Diversi altri paesi mantenitori spesso giustificano il ricorso alla pena di morte citando proprio gli Usa, il cui sistema di giustizia capitale è percepito da molti come efficace, giusto e privo di errori.

La pena di morte negli Usa è applicata sia a livello statale che federale. Tra il 2000 e il 2009, la media di esecuzioni all’anno è stata di circa 59. Al momento sono oltre 3200 i prigionieri nel braccio della morte e ci sono state 41 esecuzioni dall’inizio dell’anno.


Continua a leggere

STAND UP

stup

StandUp_songversion_RMX (2)

Per l'Uninominale

APPELLO PER L’UNINOMINALE

PER

ottenere finalmente anche nel nostro Paese quella stabilità e certezza delle leggi elettorali che gli standard democratici internazionali raccomandano e in qualche misura esigono,

approdare a una riforma elettorale effettiva, durevole e orientata nel senso del collegio uninominale indicato in modo nettissimo dagli italiani a grande maggioranza nel referendum del 1993, poi in larga parte disatteso dal legislatore,

adottare finalmente anche in Italia un sistema elettorale ispirato ai modelli sperimentati ormai da secoli in regimi civili – quali quelli anglosassoni – che si sono rivelati tra i più fecondi sul piano della democrazia, della sicurezza e del benessere dei propri cittadini,

dare agli elettori la piena libertà, l’effettivo pieno potere e la piena responsabilità di scegliere il Governo e gli eletti, assicurando un rapporto personale efficace dell’eletto con chi lo elegge,

promuovere in questo modo, al tempo stesso, l’autonomia della società civile e la laicità dello Stato, intesa come metodo indispensabile di cooperazione per il bene comune tra persone di fedi o ideologie diverse,

ridurre il costo delle campagne elettorali e tagliare il costo – divenuto insostenibile – delle rendite che gli apparati dei partiti si assegnano quando si consente loro di assumere la funzione di tramite tra i cittadini e i parlamentari,

ti invitiamo a sostenere l’ASSOCIAZIONE PER L’UNINOMINALE …

Che tagli?

Riparte 1billionhungry.org

L’undici maggio è ripartita la campagna mondiale di raccolta firme 1billionhungry.org

E!

-> FIRMA L’APPELLO <-


sto-con-emergency

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: