sbarrax

peccato per flickr…

http://www.borsaitaliana.reuters.it/news/newsArticle.aspx?type=businessNews&storyID=2008-02-01T114534Z_01_L01755595_RTRIDST_0_OITBS-MICROSOFT-YAHOO.XML

Microsoft lancia offerta su Yahoo! per 44,6 mld dlr cash/carta | Reuters.it via kwout

<ironicamente> se andasse in porto l’acquisizione di yahoo da parte di microsoft, sarebbe un vero peccato per flickr … ;- </ironicamente>

La carta di D'Alema: subito il referendum [Corriere della Sera]

La carta di D’Alema: subito il referendum Corriere della Sera:

E’ già accaduto per gli altri due referendum elettorali: il quorum non è stato raggiunto. Chi ha detto che questa volta accada il contrario?

La strategia di D’Alema, inclusa la campagna di diffusione della stessa, può essere un buon punto a favore di un miglioramento delle condizioni in cui si andrà a votare.
Se veramente si andrà ai referendum in aprile, auspico una pressante campagna antiastensionismo alla quale parteciperò attivamente.

Nel 60° anniversario della morte del Mahatma Gandhi

Gandhi:
«Sono le azioni che contano. I nostri pensieri, per quanto buoni possano essere, sono perle false fintanto che non vengono trasformati in azioni. Sii il cambiamento che vuoi vedere avvenire nel mondo»

Nel 60° anniversario della morte di Mohandas Karamchand Gandhi RadioRadicale.it celebra la memoria del leader della nonviolenza ricordandone l’attualità legata all’unico partito politico che ha scelto il suo volto come proprio simbolo.

Link originale: Nel 60° anniversario della morte del Mahatma Gandhi

links for 2008-01-30

Unione Europea: Invadeteci per favore! » MenteCritica

Unione Europea: Invadeteci per favore! » MenteCritica

Fratelli Europei: Invadeteci

SOS Invadeteci!

irresponsabilità di centrodestra

supponiamo che si vada al voto subito

e che vinca il centro-destra (inteso come coalizione elettorale tra le liste di berlusconi, fini, bossi e casini), con la maggioranza netta sia alla camera che al senato

dubito, guardando all’esperienza della precedente legislatura, che accolgano, dopo la vittoria elettorale una proposta di responsabilità come quella di veltroni (per i contenuti, non perchè l’ha fatta proprio veltroni), per la quale si dice che è indispensabile ridurre il numero di parlamentari, ridurre a 1 il numero delle camere, e soprattutto varare una legge elettorale stabile nel tempo che permetta ai cittadini di scegliere con nomi e cognomi le persone da mandarci dentro

l’attaccamento alle poltrone è la loro priorità, altro che un governo efficiente e di concretezza, altrimenti a delle riforme elettorali e istituzionali “di contenimento” avrebbero dovuto dire sì subito